Una coppia di giovani fidanzati è stata aggredita a Milano nella serata di lunedì 12 marzo – intorno alle ore 23:00- da un uomo di origini sudamericane. L’aggressione è avvenuta in Via Chopin (zona Ripamonti) e l’uomo ha brutalmente picchiato il ragazzo e violentato la ragazza prima di darsi alla fuga portando con sé gli effetti personali e di valore dei due, compresa la loro automobile.

Milano: l’aggressione, la violenza e poi la fuga

I ragazzi aggrediti viaggiavano a bordo di una Fiat Punto e pare che si trovassero in quella zona per stare un po’ tranquilli. Sono stati sorpresi da un uomo giovane che loro stessi hanno poi descritto come un giovane latino americano. L’uomo ha percosso il ragazzo (22 anni) e poi ha minacciato con un’arma la ragazza (19 anni) e le ha usato violenza. Il fidanzato, uno studente, è stato costretto ad assistere senza poter fare nulla. Dopo aver compiuto il misfatto si è allontanato con la vettura dei due e con i loro portafogli e cellulari. La coppia è stata rintracciata, ancora agonizzante in strada, dai Carabinieri della compagnia Monforte che stanno tuttora indagando sull’aggressione e lo stupro. I ragazzi hanno sporto denuncia e fornito una descrizione dell’uomo. La ragazza, in visibili condizioni di shock, è stata trasportata alla clinica Mangiagalli di Milano. L’aggressore non è stato ancora preso ed è attualmente latitante. Non è ancora chiaro se l’arma utilizzata per minacciare i due sia stata un coltello o una pistola.

I tristi precedenti di Via Chopin

La milanese Via Chopin è tristemente nota alle cronache per un altro episodio simile avvenuto nel giugno del 2005. Anche in quel caso una coppia di giovani ragazzi (che si erano qui appartati) subì un’aggressione per rapina che si concluse con uno stupro. Gli aggressori, cinque uomini di nazionalità rumena e dei quali due minorenni, vennero poi arrestati dalle Forze dell’Ordine nel giro di poche ore.