Il Mutuo Consap è un tipo di finanziamento indicato per l’acquisto della prima casa, fornito dall’omonima concessionaria, in house con il Ministero dell’Economia e delle finanze. Ma chi può richiederlo? E come? Quali sono i suoi pro e contro?

Chi può usufruirne e come

Il Fondo Garanzia Prima Casa Consap, istituito nel 2015, è rivolto a:

  • giovani coppie, ed uno dei due componenti non deve aver superato i trentacinque anni, per essere definiti tali;

  • giovani precari, che non abbiano superano i trentacinque anni;

  • single con figli minorenni;

  • conduttori di case popolari.

Certo, questo mutuo non è rivolto solo alle categorie sopracitate, ma in determinate condizioni, al fondo possono accedere anche chi non ha un altro immobile (ed esso deve trovarsi in Italia) e vuole contrarre un mutuo che non superi i 250,000 euro.

Per richiedere questo mutuo, è necessario rivolgersi a delle banche che aderiscono a questo fondo di garanzia, e tale elenco si può trovare sul sito ufficiale dell’Abi. Una volta scelta la banca a cui rivolgersi, basta compilare il modulo per la richiesta di accesso al fondo. La Consap, poi, risponderà entro una ventina di giorni per comunicare l’ammissione o il rifiuto della pratica all’istituto di credito, e sua volta, quest’ultimo, dovrà riferire all’associazione se il contratto è andato a buon fine oppure no, entro novanta giorni.

Pro e contro

Il Mutuo Consap sicuramente conviene perché il fonda eroga una garanzia statale pari al 50 %, sui mutui per la prima casa, e non ci sono limiti di reddito riguardo al suo accesso, ma è necessario specificare la finalità del mutuo, il suo ammontare massimo di finanziamento e a che tipologia appartiene all’immobile di acquisto.

Naturalmente, non mancano i rischi, così come in qualunque altro contratto di mutuo, senza considerare che non tutte le banche sono disposte a concedere un mutuo ai giovani.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]