Dopo molti mesi è arrivato il momento della verità per gli assassini di Nicoletta Indelicato, la ragazza uccisa nei dintorni di Marsala qualche mese fa al ritorno da una serata in discoteca. Gli accusati sono Margareta Buffa e Carmelo Bonetta, i due ragazzi che la avrebbero attirata con l’inganno con loro e che poi l’hanno uccisa.

Il processo per gli assassini di Nicoletta Indelicato

Ieri il processo per incriminare i due responsabili della morte della giovane Nicoletta Indelicato è entrato davvero nel vivo. Sono state determinanti le testimonianze portate in Corte d’Assise a Trapani sulle ultime ore della giovane. E’ stato infatti fondamentale fare chiarezza su dove a trascorso le ultime ore la giovane Nicoletta, per capire la dinamica dei fatti e inchiodare gli aggressori.

In aiuto a far luce sulla vicenda ci sono le riprese delle telecamere di sorveglianza dei vari luoghi in cui ha trascorso del tempo Nicoletta quella sera. Ricostruire i movimenti all’interno della città, dei bar e della discoteca è fondamentale anche a livello di tempistica. Sono i Carabinieri ad aver ricostruito il percorso di Nicoletta di quella sera che si è snodato dalla Loggia fino a via Giulio Anca Omodei.

Le telecamere che ricostruiscono gli spostamenti a Marsala

Il lavoro fatto dagli investigatori è stato molto lungo e difficoltoso. Per riuscire a risalire al percorso fatto da Nicoletta quella notte è stato necessario raccogliere tutte le immagini delle telecamere di sorveglianza disseminate lungo la città. Ogni frammento e immagine è stata analizzata per cercare di ricostruire i fatti. Fatti che, nonostante le indagini, devono ancora essere definitivamente chiariti.

La notte in cui Nicoletta, ragazza romena adottata da genitori marsalesi, è stata trovata uccisa è quella tra il 16 e 17 marzo. Al momento le ricostruzioni si fermano al momento in cui Nicoletta e Margareta si trovano in via Omodei. Su ciò che è accaduto dopo non ci sono fatti certi ed è ancora necessario indagare.

Secondo la testimonianza di Bonetta, che si era autoaccusato dell’omicidio, anche la Buffa era coinvolta. E’ proprio con quest’ultima, infatti, che Nicoletta sarebbe salita in auto per raggiungere il luogo dell’uccisione. Tuttavia, le ricostruzioni delle videocamere non mostrano il momento in cui realmente la Indelicato sale in auto con la Buffa.

L’unica ripresa è quella di un auto in via Salemi che ritrae più persone a bordo. Tuttavia non si riesce a capire quante siano le persone e soprattutto chi siano. Per questo motivo è ancora necessario proseguire con le indagini. I Carabinieri proseguono con le indagini e gli interrogatori dei due indagati. Interrogatori da cui emergerebbe, secondo le testimonianze della Buffa, che anche quest’ultima sarebbe vittima e non complice di Carmelo Bonetta. Ipotesi ancora però da chiarire a cui si dovranno aggiungere altre testimonianze di familiari e dei Ris.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]