Da oggi, Amazon, non è solo più una piattaforma da cui è possibile acquistare online, ma anche una casa di brevetti.

In ordine temporale l’ultimo brevetto depositato da Amazon sembra davvero destinato a rivoluzionare la vita di tutti.

Che sorprese ha in serbo Amazon?

Il nuovo e ultimo brevetto depositato riguarda la messa a punto di droni in grado di consegnare i pacchi.

E’ molto tempo che Amazon sta studiando come mettere a punto una vera e propria “flotta” di droni in grado di consegnare gli ordini agli utenti.

Questa nuova tipologia di droni sarebbero dei multirotore in grado di interagire e comprendere le reazioni delle persone.

E’ molto curioso il fatto che si stia cercando una modalità di consegna che sfrutti dei robot ma che possano interagire con gli esseri umani.

Come funzionano i nuovi droni

Il brevetto di Amazon descrive dettagliatamente la composizione di questa nuova tipologia di droni.

Il drone verrebbe equipaggiato con una serie di sensori e telecamere di varie dimensioni in grado di scannerizzare e interpretare i gesti umani.

Tramite un elaborato software il drone sarebbe in grado di recepire il messaggio umano e agire di conseguenza.

Il drone è studiato per poter interpretare i gesti delle persone e di conseguenza rallentare la velocità quando si trova in prossimità della consegna.

Questo brevetto, in realtà, è stato depositato nel 2016 ma  solo ora, dopo molte modifiche, sembra poter trovare davvero una realizzazione.

Per ora si tratta solamente di supposizioni e non c’è ancora nulla di concreto.

Quello che è certo è che negli obiettivi di Amazon c’è sicuramente un miglioramento della distribuzione e una maggiore affidabilità nelle consegne

Il tasto dolente riguarda di certo la possibilità che una nuova tecnologia di questo tipo sia un miglioramento dal punto di vista della consegna ma un peggioramento dal punto di vista lavorativo.

Amazon dovrà cercare un compromesso che permetta di sviluppare questa nuova tecnologia ma non a discapito del lavoratore.