La notizia è arrivata in modo ufficiale pochi minuti fa, le prossime Olimpiadi Invernali saranno in Italia. Tra 7 anni l’Italia e in particolare Milano e Cortina d’Ampezzo ospiteranno le Olimpiadi Invernali 2026 a distanza di ben 20 anni dalle Olimpiadi di Torino del 2006. Moltissima è la gioia e la soddisfazione per il nostro paese che si vede preferito a tutti gli altri in lizza.

Le Olimpiadi invernali del 2026

Molta era l’attesa per questo verdetto e nonostante tutti sperassero di vedere l’Italia vincitrice, le possibilità non erano moltissime. Purtroppo l’Italia negli ultimi anni ha dovuto affrontare una grave crisi economica, anche molto più grave rispetto ad altri paesi europei. Tutt’oggi il bilancio dell’Italia e le prospettive di crescita pressoché nulle, non la stanno aiutando con l’Unione Europea.

La sfida delle Olimpiadi era davvero grande perché le spese saranno molto ingenti e l’Italia dovrà dimostrare di essere all’altezza delle aspettative. Tuttavia questo potrebbe anche essere un nuovo trampolino di lancio che potrebbe dare un buon contributo al rilancio del nostro paese. Rilancio di certo economico ma anche e soprattutto di immagine.

E’ molto importante dimostrare di essere all’altezza della situazione e di poter fare un ottimo lavoro, come già è accaduto in passato. Dopo tanti timori, però, la scelta è arrivata.  Alle 18.00 è stata data la notizia che sarà l’Italia la regina delle Olimpiadi Invernali del 2026 con le due città di riferimento Milano e Cortina d’Ampezzo, gioiello delle Dolomiti.

La scelta dell’Italia

Il rush finale è avvenuto contro la Svezia, battuta dal nostro paese. paese che si impegna a preparare un’edizione mai vista prima che punterà molto in alto. La gioia arriva da tutte le massime cariche dello Stato a partire dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che aveva dichiarato durante la candidatura che “tutti si sarebbero sentiti a casa”.

Anche il premier Giuseppe Conte, presentando la candidatura dell’Italia, aveva sottolineato come il nostro paese volesse coinvolgere tutti i visitatori e volesse lavorare al meglio. Molto importante, inoltre, è anche il lavoro di sviluppo e sostenibilità con cui si prepareranno i giochi. Ormai un tema chiave che va assolutamente inglobato nell’organizzazione di eventi così importanti.

Queste Olimpiadi Invernali del 2026 vogliono unire la tradizione all’innovazione non tralasciando nulla e cercando sempre soluzioni nuove. L’accoglienza sarà molto importante e Mattarella ha voluto proprio sottolinearlo come punto chiave durante la presentazione della candidatura affinché questa potesse essere davvero un’occasione di unione e non di divisione.

Il lavoro da fare sarà molto e sarà anche lunghissimo. 7 anni sembrano molti ma in realtà per organizzare questa 25 esima olimpiade invernale sono un tempo giusto e non troppo lungo. L’Italia avrà molto lavoro da fare per dimostrare di essere davvero all’altezza delle sue possibilità. Possibilità che ha, ha sempre avuto e che deve mostrare a se stessa e al mondo.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]