Questa volta sembra che gli attacchi non arrivino solamente da quello che Salvini definisce i suoi avversari politici e “buonisti”, ma direttamente dall’Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite. Infatti in questo frangente è proprio lui che ha scritto che ha scritto una lettera di 11 pagine al Ministro degli Esteri proprio per ritirare il provvedimento bis per il diritto alla difesa è venuto Salvini.

La richiesta dell’ONU

Questa  richiesta arriva direttamente dall’ONU ed è una richiesta di bloccare immediatamente la procedura per l’approvazione del decreto bis anti-migranti che multa le ONG e soprattutto che si è scagliato contro l’operato della nave Mar Jonio per conto di Mediterranea.

L’ONU si esprime molto duramente con 11 pagine non solo contro questo decreto, ma contro la politica anti immigrazione di Matteo Salvini definita xenofoba. E’ direttamente lOrganizzazione per le Nazioni Unite che vuole bloccare questa nuova ondata di xenofobia contro i migranti. Ondata che colpisce anche coloro che avrebbero diritto di asilo perché fuggono da una situazione di guerra.

L’intento dell’ONU è proprio quello di cercare di arginare questo fenomeno di intolleranza che sta tornando prepotentemente fuori e che ha trovato il Matteo Salvini il vero leader. Ci tiene a ribadire che la situazione potrebbe diventare davvero pericolosa perché queste politiche anti immigrazione sono sempre più restrittive. Esse non aiutano anche quando è il caso di farlo e aumentano il sentimento xenofobo.

Attesa la replica di Matteo Salvini

Matteo Salvini non ancora espresso l’opinione a riguardo della scelta dell’ONU e di questo lungo dossier di 11 pagine che, di fatto si scaglia contro la sua politica e le sue leggi anti immigrazione. Il leader della Lega è sempre sostenuto di cercare di fare il bene dell’Italia e tenere i porti chiusi è una di queste importanti decisioni che lui ha voluto prendere. Tuttavia non sembra essere così. L’ONU  scende in campo proprio per sottolineare quanta differenza ci sia tra una politica di immigrazione che di certo deve essere in qualche modo aggiustata e regolamentata per tutta l’Europa, e la xenofobia di cui è accusato Salvini.

La situazione non è per nulla semplice e al largo delle coste ci sono persone bloccate su delle navi che non possono attraccare e che addirittura starebbero pensando al suicidio. Senza contare tutte le migliaia di vittime che sono sul fondo dell’oceano che stavano scappando da una guerra e che non sono riuscite a salvarsi. La situazione è molto critica; Anche perché una lettera aperta dell’ONU che blocca un decreto indica che la gestione sta sfuggendo di mano e che forse andrebbe rivisto tutto il sistema. Un riscontro sia da Matteo Salvini che dal Parlamento italiano delle prossime ore.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]