La cerimonia degli Oscar 2020 è davvero vicinissima. L’assegnazione dei premi è fissata per il 9 febbraio e l’attesa è altissima anche a fronte delle Nomination ufficiali che finalmente sono state divulgate. Non moltissime sono state le sorprese, ma di certo qualcuno avrá storto il naso leggendole. a sorpresa è riguardata soprattutto Adam Sandler per cui ci si aspettava una nomination per Uncut Gems che, però, non c’è stata.

Le nomination agli oscar 2020

Sono state finalmente rese pubbliche le nomination agli oscar 2020 e cresce l’attesa per l’assegnazione delle statuette. Senza ombra di dubbio il film che ha riscosso piú successo e nomination è Joker, che concorre con ben 9 nomination, tra cui miglior film e miglior attore protagonista con Joaquin Phoenix.

Un Joaquin Phoenix che si è giá aggiudicato il Golden Globe e che correrá contro Antonio Banderas, Leonardo Di Caprio, Jonathan Pryce, Robert De Niro e Adam Driver. La scelta è di certo molto variegata e i film di riferimento davvero diversi fra loro.

Per gli attori non protagonisti spicca di certo Brad Pitt, vincitore del Golden Globe per C’era una volta a…Hollywood di Quentin Tarantino. Pitt se la dovrá vedere però con dei mostri sacri come Anthony Hopkins, Tom Hanks, Al Pacino e Joe Pesci. Una sfida di certo non facile, che però di certo premierà il miglior attore di quest’anno.

Una sorpresa è la doppia candidatura di Scarlet Johansson sia come attrice protagonista che non protagonista. Magistrale è stata l’interpretazione dell’attrice al fianco di Adam Driver in “Storia di un matrimonio”. Un ritratto intenso, triste e appassionato, di un matrimonio visto in tutte le sue sfaccettature più crude.

L’attesa per le statuette

Come ogni anno l’attesa è moltissima e di certo, come sempre, la serata del 9 febbraio ci riserverà conferme e sorprese. Sorprese che possono arrivare da ogni punto di vista, anche e soprattutto dai discorsi degli attori in gara che, sembra, possano preoccupare non poco.

E’ notizia di pochi giorni fa che proprio il fresco vincitore del Golden Globe, nonché favorito per la corsa agli oscar come attore protagonista, Joaquin Phoenix, sia stato arrestato perché manifestava per il cambiamento climatico. L’attore aveva già utilizzato il discorso dei Golden Globe proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto al cambiamento climatico. Un tema sentito, ma comunque spinoso, soprattutto in America.

Leonardo Di Caprio, inoltre, è da sempre un grandissimo attivista per l’ambiente e recentemente ha devoluto circa tre milioni di dollari per l’emergenza incendi in Australia. Di certo, chiunque vinca, è probabile che il tema del discorso abbia uno sfondo politico piuttosto ben marcato. Per ricordare a tutti che un premio come l’oscar è di certo molto importante, ma anche che da quel palco possono essere mandati messaggi ben più forti di un semplice film, seppur magistrale.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]