La questione pensioni è sempre un tema decisamente scottante da affrontare. Negli anni molte volte si è rivista la legge, si sono fatte riforme e si è parlato di pensioni. Il vero problema di oggi è che un tempo si andava in pensione eccessivamente presto e quindi con pochi contributi versati. Con l’andare del tempo questo sistema è arrivato al completo collasso e le spese non sono più state sostenibili. Di conseguenza l’età pensionabile è aumentata proprio perché era necessario avere più entrate che potessero sostenere le pensioni.

Tuttavia, non per tutti i casi l’età pensionabile è comunque così alta. Ci sono casi specifici in cui è possibile richiedere la pensione anticipata. Questi casi sono regolamentati in base a specifici parametri che il richiedente deve possedere. In particolar modo la pensione anticipata può essere richiesta da coloro che hanno una grande invalidità.

Chi ha un’invalidità molto alta, di certo, ha molte più difficoltà in ambito lavorativo e ha necessità di cure che con l’andare del tempo aumentano.

I parametri per la pensione anticipata

Per ottenere la pensione anticipata è necessario innanzitutto avere un’invalidità dell’80%. Nel caso delle donne è necessario aver raggiunto i 55 anni e 7 mesi di contributi. Per gli uomini, invece, è necessario aver raggiunto i 60 anni e i 7 mesi di contributi. Questo, però, è valido a patto che i contributi versati in tutto l’arco della propria attività lavorativa siano di almeno 20 anni.

Una volta fatta questa richiesta, anche se accettata, è comunque necessario attendere qualche mese per avere l’effettiva approvazione e poter usufruire della pensione anticipata. I mesi di attesa non devono superare i 12 mesi.

L’invalidità che si dichiara, però, deve essere ulteriormente certificata. Non è abbastanza avere un certificato di invalidità civile, è necessario sottoporsi ad una visita fatta dalla commissione medica dell’Inps che valuterà l’effettiva invalidità del soggetto.

Questo avviene perché non tutti coloro che hanno una effettiva invalidità dell’80% possono usufruire di questo prepensionamento. In alcuni casi, infatti, non è possibile. Ogni caso è specifico e deve essere valutato a parte. Per questo motivo è necessario informarsi e vedere se si possiedono i requisiti giusti.

Talvolta si pensa che sia così ma ci sono in realtà degli impedimenti dal punto di vista legale che non permettono di usufruirne. Per ogni informazione, in ogni caso, ci sono gli addetti che sapranno indirizzare nella direzione corretta chiunque ne avesse bisogno.