Quanto ci mette un bonifico ad arrivare?

Quanto ci mette un bonifico bancario ad arrivare? Il bonifico, ovvero quell’operazione che consente di trasferire del denaro da una persona o una ditta, chiamata ordinante, a un’altra, chiamata beneficiario, è lo strumento di pagamento più utilizzato al mondo per quantità di soldi movimentati.

Durante gli ultimi anni sono nati diversi servizi alternativi che permettono di acquistare o trasferire somme di denaro in tempi piuttosto rapidi e con modalità sempre più semplici.

Per questo motivo, la tempistica legata al ricevimento di bonifici è diventata di fondamentale importanza per gli istituti bancari e per i clienti di tutto il mondo, spingendo alla riduzione dei tempi di attesa.

Bonifico bancario: i tempi di attesa

Nel circuito SEPA, cioè nell’area dei pagamenti in euro, i bonifici sono solitamente accreditati entro i due giorni lavorativi successivi alla disposizione dell’ordinante alla propria banca.

Occorre fare attenzione a qualche dettaglio che potrebbe modificare la data di ricezione. La prima è il momento in cui una persona dispone il bonifico: se si procedesse in un orario che va oltre quello stabilito dal proprio istituto di credito, per esempio alle 22, o durante i giorni festivi, la data della disposizione sarebbe quella del primo giorno lavorativo utile.

Così, a titolo di esempio, un bonifico inserito il venerdì sera alle 21, sarà considerato disposto il lunedì mattina successivo.

Chi avesse la necessità di effettuare un pagamento in modo estremamente rapido ha a disposizione uno strumento potente come il bonifico istantaneo, chiamato anche sct inst.

In pratica, si può chiedere alla cassa della propria filiale o utilizzando l’apposita funzione sulla pagina dell’home banking di fare in modo che il denaro venga trasferito su un altro conto corrente in meno di 10 secondi, rendendo l’operazione simile al pagamento tramite bancomat.

Solitamente, vengono applicati costi per l’operazione superiori a quelli standard, ma ormai la differenza si è molto assottigliata e questa modalità di pagamento oscilla tra 1 euro e 3 euro.

Il limite di trasferimento è solitamente 15.000 euro. È importante tenere conto del fatto che un bonifico istantaneo per sua stessa natura non può essere revocato.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]