Con la crisi energetica dovuta alla guerra, l’Europa e i singoli paesi stanno cercando di adottare delle soluzioni per risparmiare sulle bollette di gas e luce. Qui, in questa pagina, si possono trovare alcuno consigli da poter seguire.

Come risparmiare sull’energia elettrica

Ad incidere sulla bolletta della luce sono, principalmente, i servizi di rete, i servizi di vendita, gli oneri di sistema e le imposte. C’è chi, per risparmiare, decide di optare per il gestore più conveniente, ma ci sono anche delle regole da poter seguire in casa per risparmiare energia, ovvero:

  • ridurre lo stand-by, ossia staccare gli elettrodomestici, quando non servono. Forse non tutti ci fanno caso, ma alcuni televisori, computer ed altri strumenti consumano energia lo stesso, anche in fase stand-by;
  • scegliere elettrodomestici che consumano poco, e quindi è bene optare per quelli di Classe A+++, A++ o A+, che riducono i consumi dal 25 al 45 %, evitando di comprare elettrodomestici che non sono indispensabili. Per quanto riguarda le lampade, è bene preferire le LED;
  • usare dei timer, ossia programmare, anche con delle app, quando spegnere ed accendere determinati elettrodomestici, come il condizionatore;
  • fare attenzione alle temperature di lavatrici e lavastoviglie, cercando di lavare piatti e panni a temperature più basse, quando è possibile;
  • non lasciare aperti frigoriferi e congelatori, anche se per qualche minuto;
  • utilizzare il microonde per scongelare e riscaldare gli alimenti, anziché il forno.

Ridurre il consumo di gas

Da alcuni dati risulta che le famiglie italiane usano soprattutto il gas per riscaldare la propria abitazione, cuocere il cibo e rendere l’acqua igienica più calda. Certo, ad incidere su tale consumo sono anche altri fattore, come la zona in cui si risiede e l’estensione della sua casa, nonché il suo isolamento termico.

Per risparmiare sul gas è necessario prima di tutto verificare quali sono le effettive esigenze della propria casa, nonché valutare se cambiare tubature o impianti, se questi ultimi sono obsoleti. Per questo genere di modifiche, poi, lo stato propone anche dei bonus e della agevolazioni fiscali, a seconda del reddito e di altri fattori. Inoltre, bisogna curare la manutenzione degli impianti, periodicamente, in particolare le caldaie e i termosifoni.

Si può mantenere il calore in casa con piccoli accorgimenti, come evitare di coprire i termosifoni con i panni, montare dei paraspifferi, cambiare l’aria in case nelle ore più calde del giorno, chiudere bene porte e finestre, arredare con dei tappeti (soprattutto se i pavimenti sono freddi).

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]