Il russare è un problema che può colpire chiunque, anche se si verifica più frequentemente negli uomini e nelle persone sovrappeso. Questa fastidiosa condizione tende a peggiore con l’età. Il russare occasionale non è nulla di serio, è semplicemente un fastidio per il tuo compagno/a di letto o di stanza. Tuttavia se siete dei soggetti che russano abitualmente non solo compromettete il sonno di chi vi sta vicino, ma anche la qualità del vostro sonno. Infatti molto spesso si ricorre all’assistenza medica. In questo articolo vi parlerò delle cause e dei rischi collegati alla salute per chi russa.

Le cause del russare

Il russare si verifica quando il flusso dell’aria attraverso la bocca ed il naso viene fisicamente ostruito. Il flusso dell’aria può infatti essere ostacolato da vari fattori, tra cui:

  • Le vie nasali ostruite: alcune persone russano soltanto nelle stagioni allergiche o quando soffrono di un’infezione sinusale. Altri soffrono di questa condizione poiché hanno il setto nasale deviato (un cambiamento strutturale della parete che separa una narice dall’altra) o perché hanno dei polipi nasali.
  • Scarso tono muscolare nella lingua e nella gola: i muscoli della lingua e della gola possono essere troppo rilassati ed è per questo che poi tendono a collassare e a ricadere nelle vie respiratorie. Questo può essere causato dal sonno profondo, dal consumo eccessivo di alcool, dall’invecchiamento ed dall’assunzione di alcuni sonniferi.
  • Ingombro nel tessuto della gola: essere sovrappeso causa l’ingombro del tessuto della gola. Inoltre i bambini che soffrono di adenoidi o hanno le tonsille ingrossate spesso russano.
  • L’ugola o il palato molle estesi: quando questi due elementi sono estesi, causano il restringimento dell’apertura dal naso alla gola. Queste due parti vibrano e si scontrano provocando l’ostruzione delle vie aeree ed il russare.

I rischi del russare

Le persone che russano abitualmente potrebbero soffrire di alcune patologie, tra cui l’apnea ostruttiva del sonno e l’apnea notturna che genera diversi problemi, ovvero:

  • Lunghe interruzioni della respirazione (fino a 10 secondi) causate dall’ostruzione parziale o dal blocco totale delle vie aeree.
  • La sveglia frequente dal sonno.
  • Sonno leggero e muscoli della gola tesi.
  • Problemi al cuore: questa patologia con l’andare del tempo genera un aumento della pressione sanguigna e la dilatazione del cuore, aumentando il rischio di ictus e di infarto.
  • Poche ore di sonno che generano sonnolenza e quindi un peggioramento della qualità della vita.
  • Bassi livelli di ossigeno nel sangue che possono generare un restringimento dei vasi sanguigni nel polmoni fino ad arrivare all’ipertensione polmonare.
  • Mal di testa cronici.