La prima settimana di luglio è molto attesa dalle famiglie perché una delle due occasioni annuali in cui ci sono i saldi. Questa è un’ottima occasione per le famiglie di poter acquistare qualcosa di utile o di togliersi qualche sfizio a prezzi decisamente più bassi. La crisi ha creato moltissime difficoltà anche ai commercianti che, purtroppo, non hanno più gli introiti di prima. L’economia fatica e i saldi sono una delle migliori occasioni per cercare di recuperare. per questo motivo, in alcune regioni, si è chiesto di anticiparli. Un esempio è la Sicilia dove i saldi estivi partiranno il 1 luglio.

L’arrivo dei saldi

La settimana chiave per i saldi estivi è la prossima. Da nord a sud partiranno grandissimi sconti che riguarderanno praticamente tutti i settori e che hanno lo scopo di aiutare commercianti e famiglie. Rispetto agli altri anni un altro fattore che non ha affatto aiutato è il clima. Fino a maggio il clima è stato decisamente freddo e di conseguenza i negozi, già preparati per l’estivo, non sono riusciti a vendere molto.

Soprattutto in alcune regioni, questo problema, si è fatto sentire e i commercianti hanno deciso di chiedere un aiuto. Un esempio è la regione Sicilia, dove i commercianti, davvero in crisi e con le vendite molto in calo, hanno deciso di chiedere si far partire i saldi con qualche giorno di anticipo.

Saldi estivi in Sicilia dal 1 luglio

La richiesta è arrivata direttamente dai commercianti che si sono rivolti all’Assessorato Regionale. Visto le scarsissime vendite degli ultimi mesi, molti sono coloro che hanno proposto di anticipare i saldi di qualche giorno per poter far fronte ai problemi economici e sperare di invogliare le persone all’acquisto. La richiesta è stata inoltrata e approvata dalla Regione Sicilia dove i saldi partiranno dunque direttamente dal 1 luglio.

La spesa prevista per le famiglie siciliane di Palermo e dintorni è di circa 120 euro, non moltissimo ma comunque in rialzo rispetto allo scorso anno. Si stima che durante questi saldi le famiglie andranno a spendere circa il 4% in più rispetto allo scorso anno. Una notizia decisamente positiva rispetto a tutte le notizie, talvolta davvero catastrofiche, che sono giunte purtroppo molto spesso.

L’aumento delle spese non riguarderà solamente il vestiario e i beni non di prima necessità ma anche gli acquisti in campo alimentare. Ci si aspetta davvero moltissimo da questi saldi e si spera che il rilancio possa essere davvero concreto. L’Italia, che già si trova in difficoltà economica, non ha ricevuto aiuto dal tempo che negli ultimi mesi è stato davvero avverso. Anche gli impianti balneari, soprattutto in Regioni insulari come la Sicilia, ne hanno risentito. L’appuntamento per sperare di migliorare la situazione per una ripresa economica è dunque per lunedì 1 luglio in Sicilia.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]