Se Cristoforo Colombo ha scoperto l’America, Giovanni Caboto, navigatore italiano, noto in Inghilterra come John Cabot, è stato il primo ad approdare in Canada, completando così la scoperta del genovese. Per saperne di più sulla sua vita e le sue scoperte, si può continuare a leggere la pagina.

La sua biografia

Giovanni Caboto nacque a Gaeta nel 1445. Non si sa molto sui suoi genitori e su dove ha vissuto da ragazzo, ma nel 1476 ottenne la cittadinanza veneziana, dopo aver abitato nella città per quindici anni. La sua famiglia, che risiedeva da tempo a Gaeta, e i suoi membri assumevano carichi importanti, in campo sociale, politico ed economico.

All’inizio degli anni Sessanta del Quattrocento, ha sposato una donna di nome Mattea, dalla quale ha avuto tre figli, che lo hanno seguito nei suoi numerosi viaggi. Tramite la Repubblica di Venezia, si mise a servizio di spagnoli ed inglesi, che gli diedero incarichi prestigiosi, come ambasciatori o mercanti. Del suo lavoro a Bristol, in Inghilterra, si hanno notizie grazie allo storico fiorentino Bruscoli.

Nel corso degli anni, fece numerosi viaggi di cui il più importante fu l’approdo su una delle isole del Canada, Terranova, arrivando perfino in Groenlandia. Della sua scomparsa, nel 1498, non si sa molto, ma molti ipotizzano che sia accaduto durante un viaggio.

La scoperta dell’isola di Terranova

L’isola di Terranova fu scoperta, ufficialmente, da Giovanni Caboto e da suo figlio Sebastiano, nel 1497. Sembra che l’espolaratore l’abbia avvistata dall’isola di Capo Bretone, in Nuova Scozia, credendo di aver visto un’estremità Nord Orientale dell’Asia, e ne prese possesso in nome del sovrano inglese Enrico VII, pianto sia la bandiera inglese che quella pontificia.

Per questa sua scoperta, al ritorno in Inghilterra, il re Enrico VII gli conferì un premio di dieci sterline e, in seguito, una pensiona di venti sterline l’anno. Grazie a questa sua imprese, il sovrano inglese lo incaricò di raggiungere altre mete, come il Giappone, e riuscì anche a toccare la Groelandia. Non si ha modo di sapere cosa accadde nel 1498, ma dopo quell’anno non si hanno più notizie di viaggi compiuti dal navitatore italiano.

Oggi, l’isola di Terranova regge la sua economia dalla pesca e dal turismo, nonché dalle risorse forestali e minerarie. In particolare, i turisti hanno modo da imbarsi dalle sue coste per ammirare gli iceberg, che arrivano dal Canada fino alla Groelandia.

I riconoscimenti

Per le sue scoperte, a Caboto furono conferiti dei riconoscimenti. La sua città natale, Gaeta, gli ha dedicato un Istituto Tecnico Nautico e il principale lungomare, oltre ad un monumento in occasione dei 500 anni dalla sua scoperta del Canada.

Nel 1940, ad un asteroide è stato dato il nome di 7317 Caboto, mentre la città di Londra gli ha dedicato una piazza, la Cabot Square, nel Canary Wharf, un distretto ad est della città.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]