La Sicilia è da sempre culla del Mediterraneo e crocevia di popoli. Tutte le genti che l’hanno popolata, e che ne hanno rivendicato il dominio nel corso dei secoli, hanno lasciato le testimonianze materiali della loro presenza e delle loro conoscenze in campo artistico, scientifico e culinario. La Sicilia è una delle regioni italiane più imbevute di cultura ed anche l’UNESCO ne ha riconosciuto l’importanza elevando numerosi siti e città a patrimonio dell’umanità. Tutta questa grande fetta di patrimonio culturale siciliano va sicuramente tutelata e valorizzata. A questo servono i finanziamenti statali ed europei che vengono stanziati con cadenze regolari e che vanno spesso a sovvenzionare bandi aperti alla partecipazione di tutti i privati convinti di avere un progetto valido in tal senso. Vediamo quali strade sono attualmente percorribili.

Sicilia, tutti i bandi ed i finanziamenti disponibili per la cultura

Il patrimonio culturale siciliano, considerando anche istruzione e strutture ad essa deputate, è il protagonista di un fondo di 175mila euro assegnati a progetti che abbiano come fulcro proprio la fruizione dei Beni Culturali, dell’arte e dell’adeguamento materiale delle scuole. Il finanziamento è stanziato dalla Fondazione Sicilia e si rivolge specialmente ai giovani. Potranno presentare i loro progetti tutte le associazioni, le cooperative e gli enti senza fini di lucro che operino negli ambiti individuati dal raggio di azione della Fondazione. La scadenza è fissata per il 31 marzo. Un altro finanziamento di 400mila euro è stato messo a disposizione da Fondazione Apulia Film Commission e Fondazione con il sud allo scopo di realizzare e far conoscere 10 lavori cinematografici che abbiano come fulcro il racconto dei fenomeni sociali e dello sviluppo del meridione d’Italia, tenendo presenti i valori della coesione sociale, della convivenza civile e della legalità nel rifiuto della discriminazione raziale e della violenza. Lo scopo è anche quello di creare sinergie con l’incontro di professionalità diverse che si andranno a rapportare con il fenomeno di volontariato. Il tutto con l’ulteriore fine di far conoscere il più possibile le tematiche sociali che riguardano il sud e con le quali ci si deve raffrontare. Ci sarà tempo per aderire al progetto fino al 3 aprile 2018.

Sicilia, alla ricerca di talenti che raccontino la vita sull’isola

Cosa significa, oggi, vivere in Sicilia e convivere con una cultura multiforme che si mescola alla frenesia della nostra quotidianità? Sarà compito di artisti visivi e fotografi raccontare questa tematica grazie ad un programma di residenza (Liquida-Palermo Studio Residence) curato da BACO e Minimun che si svolgerà a Palermo dal 27 aprile al 25 maggio 2018. A questa open call si potrà partecipare inviando un progetto entro il 2 aprile prossimo.