Dopo la crisi in cui il governo slovacco è profondato da febbraio, il Primo ministro Robert Fico, sembra intenzionato a dare le dimissioni.

Il Primo Ministro slovacco è stato però chiaro sul fatto che il successore dovrà essere scelto da lui.

I motivi della crisi

Il motivo per cui il governo slovacco è sotto accusa da fine febbraio è l’omicidio del giornalista Jan Kuciak e della compagna.

I corpi di entrambi i giovani erano stati trovati senza vita nella casa di lui di Velka Maca, località non molto distante da Bratislava.

Entrambi riportavano ferite mortali di arma da fuoco, lei alla testa e lui al petto.

Kuciak aveva 27 anni e lavorava come giornalista per il notiziario online slovacco Aktuality e, a detta di molti, l’omicidio dei due avrebbe come movente proprio il lavoro del giovane.

A cosa avevano portato le indagini?

E’ opinione di molti che il giornalista si fosse occupato troppo da vicino di casi di truffe e corruzione legati ai fondi dell’Unione Europea.

Secondo le sue indagini, infatti, sarebbero stati sottratti soldi dell’Unione Europea che sarebbero stati destinati allo sviluppo e alla crescita economica dei paesi in difficoltà.

Kuciak sembrava avesse scoperto legami tra il governo e la criminalità organizzata che avrebbero sottratto questi fondi destinati al bene del paese.

Dalle indagini emerse da un libro di Kuciak pubblicato postumo, sarebbero addirittura emersi rapporti tra uomini molto prossimi al Presidente Fico e la ’ndrangheta calabrese.

Nonostante le dimissioni degli incriminati dalla scorsa settimana tutta la Slovacchia è in rivolta contro il governo e chiede le dimissioni immediate del Primo Ministro.

Sono state chieste inizialmente elezioni anticipate , lunedì si è dimesso il Ministro degli interni Robert Kalinak ma questo non sembra bastare.

Ora tocca al Primo Ministro che, però, si dimetterà solo se potrà scegliere il suo successore.

La Slovacchia è in rivolta come quasi mai prima d’ora e non si sa ancora quale sarà l’esito di questa spinosa vicenda.