Spesso alcuni termini dialettali si diffondo non solo nella regione di nascita ma in tutta Italia senza però che si sappia il reale significato. Un esempio di termine dialettale entrato ormai nel gergo comune è la parola Bauscia. Bauscia è un termine utilizzato nel dialetto milanese che però viene conosciuto e utilizzato anche altrove.

Il termine Bauscia proviene in particolar modo da una cittadina della zona milanese della Brianza famosa soprattutto per l’arredamento, Lissone. Questo termine, nato nel XX secolo e dunque decisamente recente, si utilizza per indicare un forestiero che non conosceva il luogo e soprattutto le botteghe artigiane in cui recarsi, a cui dava indicazioni in cambio di denaro.

Il Bauscia è dunque colui che da indicazioni e dunque che apre la bocca e che “parla”. Da questo arriva probabilmente la desinenza del termine che significa proprio “bavetta” o “saliva”. Come termine è utilizzato soprattutto e fondamentalmente con accezione negativa, anche se nel tempo il significato ha subito qualche variazione.

Come si utilizza il termine “Bauscia”nel milanese

Ad oggi il termine Bauscia lo si utilizza per indicare qualcuno che fa lo sbruffone, in particolar modo riferito al ruolo del piccolo imprenditore. Viene preso di mira e accentato con questo termine soprattutto il piccolo imprenditore che si affaccia sul mondo del commercio e che vuole dimostrare di essere superiore agli altri e che per farcela non avrà bisogno dell’aiuto di nessuno. Nel termine Bauscia viene dunque racchiusa anche quella spocchia che contraddistingue queste persone.

Il termine si è largamente diffuso non solo in quel di Milano ma anche e soprattutto in tutto il nord Italia. Si utilizza proprio il termine Bauscia quando si fa riferimento al modello milanese di piccolo imprenditore sbruffone. L’accezione non è sicuramente positiva ma non è neanche fortemente negativa. Tuttavia questo termine viene utilizzato anche in campo calcistico sempre dalle due signore della città di milano: l’Inter e il Milan.

“Bauscia” come sinonimo calcistico per Inter e Milan

Come spesso accade i termini che si riferiscono a tutt’altro vengono presi dalle tifoserie come sfottò per gli avversari.

Essendo questo un termine milanese di nascita, le due rivali calcistiche che lo utilizzano sono le squadre della città di Milano: l’Inter e il Milan. In particolar modo, sono i tifosi del Milan che definiscono i tifosi dell’Inter dei “bauscia”. Anche se in questo caso il significato è leggermente distorto, il senso rimane tuttavia lo stesso. I tifosi milanisti additano i tifosi dell’Inter come “bauscia” proprio perchè di estrazione più borghese che proletaria.

In quel momento storico, nei primi 50 anni del ‘900, il divario tra le due squadre e dunque la rivalità tra le due tifoserie si fece inoltre sempre più acceso. L’Inter medio-borghese conquistò 5 scudetti di fronte ad un Milan che per molti anni non vinse il campionato. Ad oggi alcuni sfottò sono rimasti uguali nonostante le cose siano decisamente cambiate.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]