L’esercito siriano ha dichiarato di aver vinto e liberato la parte orientale della zona di Ghouta Est e di essere in trattativa con i ribelli per liberare anche Douma. I combattenti dell’ISIS hanno infatti evacuato la maggior parte dell’area, nei pressi della capitale. L’esercito siriano ha promesso “elimineremo il terrorismo e riporteremo la sicurezza e la stabilità nel paese.”

La liberazione di Ghouta Est

Una schiacciante offensiva del governo (iniziata nel febbraio di quest’anno) insieme agli attacchi degli aerei russi hanno costretto i combattenti dell’ISIS ad arrendersi e ad evacuare la zona del Ghouta orientale. La TV di stato ha dichiarato che ben 38 autobus hanno lasciato la città di Zamalka, Ein Tarma, Arbeen e Jobar ed hanno portato più di 1.700 ribelli e civili nella provincia nord-occidentale di Idlib ed in altre aree controllate dal governo siriano. Successivamente i media siriani hanno aggiunto che le truppe di Bashar Assad sono entrate nelle città ed hanno issato la bandiera nazionale nella piazza principale di Arbeen. “L’importanza di questa vittoria sta nell’aver ripristinato la sicurezza e la stabilità nella città di Damasco e nelle aree circostanti, dopo le sofferenze dei civili provocate per diversi anni dai crimini dei terroristi.” Questa vittoria ha comportato l’apertura delle strade e delle autostrade che collegano Damasco ad altre parti della Siria che erano state chiuse dai ribelli a partire dal 2012. Un funzionario siriano ha tuttavia dichiarato che la città di Idlib non può più prendere altre persone poiché è già piena.

La trattativa del governo per liberare la città di Douma

La città di Douma è invece ancora occupata dai ribelli che non sanno se fuggire o affrontare l’offensiva del governo siriano. Douma è infatti la città più grande della zona di Damasco ed è una delle più potenti roccaforti dell’esercito dell’ISIS. Il governo ha dato un’ultimatum alle forze ribelli e lo ha esteso fino ad oggi. Alcuni siti web pro-governativi hanno riferito che l’esercito del governo siriano sta infatti già raggruppando delle truppe attorno a Douma. L’ultimatum del governo è arrivato poco dopo che sabato pomeriggio un gruppo di combattenti dell’opposizione ed i loro parenti hanno lasciato la parte meridionale ed orientale della città di Ghouta. Le forze del presidente Bashar Assad si sono infatti avvicinate con lo scopo di eliminare le minacce da parte dei ribelli presenti nelle aree vicine. Tuttavia pare che i ribelli dell’ISIS non vogliano assolutamente lasciare la città di Douma.