Il gran giorno è arrivato e domani venerdì 7 settembre in Italia aprirà il primo store della linea americana Starbucks.

Il colosso americano è finalmente giunto in Italia e per farlo ha scelto di certo il polo nevralgico di maggior importanza per l’economia, Milano. L’apertura dello store era attesa da molti mesi e tutti hanno atteso con trepidante impazienza. Avere uno Starbucks in Italia per moltissimi è un sogno che si avvera e di certo è un gran colpo per l’economia milanese che ha atteso davvero con impazienza questa apertura e con un pizzico di apprensione.

Quando mesi fa ha iniziato a circolare questa notizia non tutti volevano credere che succedesse davvero. Questo perché Starbucks ha aperto moltissimi punti in tutto il mondo ma mai in Italia e si pensava che questa fosse un scelta dettata semplicemente da una questione di clientela. L’Italia è di certo il paese in cui la cultura del caffè la fa da padrone e, nonostante i molti fan del colosso americano, la riuscita dell’operazione poteva essere dubbia.

Probabilmente, però, il motivo della ritardata apertura era puramente logistico e non di altro genere ed ecco che domani Starbucks sbarcherà nel Bel Paese.

Il nuovo store Starbucks

Il nuovo store, dalle prime indiscrezioni, dovrebbe apparire come una sorta di novella Fabbrica di Cioccolato che promette di meravigliare tutti i clienti. Sicuramente il protagonista di questo store sarà il caffè in tutto e per tutto e c’è già chi giura che sicuramente ci saranno sorprese per gli amanti italiani del caffè.

Il fondatore Howard Schultz, che è anche presidente della società, ha assicurato che questo store sarà davvero qualcosa di speciale. Solo altri due store nel mondo saranno come la Reserve Roastery che aprirà in Italia, quello di Shangai e di Seattle.

Tutte le altre informazioni, la grandezza, i prossimi eventi, le potenzialità verranno svelate non solo all’apertura ma poco a poco. L’intento è proprio quello di meravigliare i clienti italiani poco a poco e svelare i segreti e le sorprese nel tempo. Starbucks sa di dover essere all’altezza dei gusti culinari italiani per essere competitivo e, sicuramente, ha pensato ad una strategia che potesse intercettare al meglio questo.

L’Italia ha dimostrato sempre e comunque interesse ed entusiasmo per l’arrivo delle novità americane ma per il caffè è un’altra cosa. Starbucks saprà però di certo intercettare al meglio il gusto di ogni palato per soddisfarlo nel miglior modo possibile.