Luigi Di Maio ha fatto sapere con un comunicato di aver ricevuto ieri in serata una telefonata dal Leader della Lega Matteo Salvini.

Di Maio teneva a sottolineare i contenuti della telefonata proprio per dimostrare la massima trasparenza possibile nei confronti dei suoi elettori.

Cosa si sono detti i due leader

Fondamentalmente la telefonata è stata puramente di cortesia fra i due che si sono scambiati complimenti reciproci per la vittoria.

Secondo Di Maio, però, questa vittoria non può prescindere dall’attribuzione al Movimento 5 Stelle della Presidenza della Camera dei Deputati.

Secondo Di Maio infatti la Presidenza è giusto che venga data al partito che rappresenta la prima forza politica del paese.

Tra i due lo scambio è strato cordiale ma il leader del Movimento non ha dimenticato di ricordare a Salvini che il primo partito del paese è il suo e non la Lega.

Cosa sta succedendo nel frattempo

Nel frattempo sono cominciati gli incontri del Movimento 5 stelle con tutti i partiti proprio per arrivare ad un accordo sulla presidenza delle camere.

E’ stato confermato  dalla capogruppo Giulia Grillo che l’apertura per eventuali coalizioni c’è sia nei confronti del PD che nei confronti della Lega.

Tutti i partiti che intenderanno allearsi con il Movimento devono però ricordarsi che comunque il primo partito di maggioranza del paese sono loro.

Il Movimento fa leva su quella che è stata la volontà dei cittadini e cioè di avere il Movimento 5 Stelle a capo del paese proprio per poter cambiare le cose.

Secondo Luigi Di Maio, infatti, non avrebbe senso scegliere presidenti appartenenti ad altri schieramenti proprio per non tradire la volontà del paese.

Le consultazioni sembrano ancora lunghe, dal momento all’interno degli stessi partiti ci sono delle divisioni interne.

Sia Berlusconi che alcuni esponenti del PD non sono affatto d’accordo a formare coalizioni con il Movimento 5 stelle, non resta che attendere gli eventuali sviluppi.