Nonostante il periodo non aiuti a pensare a cosa si potrà indossare una volta che la pandemia sarà finita e si potrà tornare a girare liberamente, la moda non si ferma. La moda prosegue come sempre nel suo campo e cerca sempre nuove soluzioni che possano coniugare molti tipi differenti di gusti e possano in qualche modo anche far sognare. Quest’anno non si prospetta facile, ma la voglia è quella di tornare e la moda lo fa sentire chiaramente. Quest’anno sarà lo street style a farla da padrone e le fantasie più disparate, purchè rigorosamente bicolor.

Lo street style che non tramonta

Lo street style è una delle tendenze che non passa mai realmente di moda, ma che quest’anno riesce a rinnovarsi pur rimanendo fedele a se stesso. Questo è uno stile che può essere declinato in modi molto diversi fra loro e soprattutto adattabile ai gusti di tutti. I colori non sono quasi mai accesi e puntano sulle tonalità del nero e grigio, ma si può spaziare dal pantalone largo a quello stretto in abbinamento con un paio di biker.

Un elemento fondamentale dello street style è il cappello, che potrà essere declinato nelle sfaccettature più disparate, ma che predilige la coppola con visiera da Baker, sia per uomini che per donne. Anche per quanto riguarda il soprabito, si opta per qualcosa di liscio e solitamente in pelle o comunque non imbottito. L’unica eccezione la fanno alcuni cappotti che vogliono il pelo sulle maniche o sul colletto.

Abiti optical e bicolor

La vera novità di questo 2021, saranno gli abiti bicolor. La fantasia che più andrà di moda sarà quella optical che guarda agli anni ’60 rivisitandoli. Proprio come in quegli anni, la fantasia sarà abbinata ad una colorazione o ad una fantasia bifasica. Si potranno accostare anche le fantasie più disparate, come il floreale o i merletti, i motivi geometrici con la tinta unita, ma l’unica regola è che siano di due colorazioni differenti.

Oltre ad essere una rivisitazione degli anni ’60, si ha una rivisitazione del color block molto di moda qualche anno fa. I colori preferiti sono sempre quelli neutri e soprattutto il bianco e nero che, con qualsiasi fantasia si abbinino, creeranno il massimo contrasto. Tuttavia anche i colori accesi non sono da disdegnare, ciò che si eviterà sarà la scelta dei colori in nuance.

Senza ombra di dubbio quello che non cambierà, sarà la scelta dei dettagli che per ognuno sono molto personali e soprattutto determinano lo stile. Uno stile che punta senza dubbio al futuro, ma con uno sguardo al passato. Una rivisitazione futuristica che permetterà a tutti di sbizzarrirsi e di dare colore e vivacità dopo un periodo in cui, purtroppo, la vivacità è stata negata.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]