Dopo le numerose affermazioni derivanti da più parti secondo cui il Presidente Donald Trump avrebbe usato i social per fomentare l’odio, i social hanno preso provvedimenti. Se Mark Zuckerberg aveva già deciso di bannare da Facebook il quasi ormai ex Presidente degli Stati uniti d’America, ha scegliere la stessa via è stato anche Twitter. Il popolare social, dopo l’ennesimo tweet non consono, ha deciso di bannare per sempre il Presidente dalla piattaforma. Questa volta non è arrivata la sospensione temporanea, ma la rimozione definitiva del profilo di Trump.

Twitter banna Trump

Era quasi inevitabile che a breve si sarebbe verificata una cosa di questo tipo e quel giorno è arrivato. La piattaforma social più utilizzata dagli esponenti della politica mondiale, decide di prendere provvedimenti contro Donald Trump. Questa volta non si parla solamente di semplice sospensione, ma di rimozione definitiva di un account che potrebbe avere  “il rischio che inciti ulteriormente la violenza”. Una violenza che si è già ferocemente mostrata nella sua veste peggiore con il tentativo di golpe a Capitol Hill.

Dopo la chiusura del suo profilo personale, Trump prova a twittare dal profilo ufficiale @POTUS, ma anche in questo caso interviene Twitter eliminando definitivamente i suoi twit. Trump ribatte di non sentirsi sorpreso dall’accaduto e di conseguenza sceglie la via del comunicato direttamente da parte della Casa Bianca. Trump afferma “Lo avevo previsto. Nel sospendere il mio account vogliono mettermi a tacere, vogliono mettere a tacere voi e i 75 milioni di grandi patrioti che hanno votato per me”.

Trump annuncia inoltre che l’intenzione è quella di creare una piattaforma personale riservata solamente a lui e ai suoi sostenitori. Una piattaforma dove tutti hanno libera espressione e che porterà avanti le loro idee, senza il rischio di essere bannati. Trump infatti ha sottolineato che sono in corso delle trattative con differenti siti e che prossimamente potrebbe essere annunciato l’arrivo di questa piattaforma.

La situazione alla Casa Bianca

Le notizie che trapelano riguardo Trump non sono affatto confortanti. Il Presidente non si aspettava questa mossa di Twitter, arrivata in un momento di tensione e rabbia incredibile per lui. Rabbia che deriverebbe proprio dall’incapacità di rendersi conto della situazione in cui si trova, ad un passo dal secondo impeachment. Le voci che arrivano riguardo il comportamento del Presidente non sono affatto confortanti.

Durante l’assalto al Congresso infatti, il Presidente è rimasto sbalordito nel vedere che nessuno era contento come lui di ciò che stava avvenendo. Trump viene raccontato come ormai al di fuori dalla realtà e soprattutto come qualcuno non in grado di rendersi conto della gravità dei fatti accaduti. Un grandissimo problema per qualunque personaggio pubblico, a maggior ragione se si tratta del Presidente degli Stati Uniti d’America. Una motivazione più che valida, affinchè vengano presi provvedimenti nei suoi confronti.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]