Lancette dietro di un’ora. Torna l’ora solare: nella notte tra sabato 27 e domenica 28 dovremo spostare le lancette dell’orologio indietro di 60 minuti. Meno luce sì, ma anche il lato piacevole di dormire un’ora in più. Ma l’ora solare potrebbe avere i minuti contati dal momento che il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, infatti, ha ipotizzato l’idea di abolire l’ora solare dal prossimo marzo 2019. Ogni Stato membro del Vecchio continente, dovrà  decidere quindi, se avere l’orario solare o quello legale.

Se la proposta passerà a  legge, i vari Governi dovrebbero scegliere tra le due opzioni ed esprimersi a maggioranza e nel mese di ottobre del prossimo anno avverrà l’ultimo cambio di ora, per i Paesi che avranno dato il via libera per l’ora solare. Eppure, l’ipotesi di eliminare l’ora legale non dispiace affatto. Secondo una consultazione pubblica lanciata la scorsa estate dal Governo comunitario,  l’80 per cento dei 4,6 milioni di partecipanti si sarebbe espresso a favore di questa ipotesi.“Milioni di persone hanno risposto e credono che dovrebbe essere così”, ha riferito Juncker ai microfoni della televisione tedesca Zdf: “La gente vuole questo e lo faremo”.

Le normative europee. La direttiva 2000/84/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 gennaio 2001 delibera che in tutti i Paesi dell’Unione europea l’ora legale inizia l’ultima domenica di marzo e termina l’ultima domenica di ottobre. In Italia l’ora legale è in vigore dal 1966  ed era stata usata per la prima volta nel 1916 come misura legale alla Prima guerra mondiale. Dopo essere stata abolita e riconfermata diverse volte, è stata definitivamente accolta  in Italia attraverso la legge del 1965, nel momento di picco del fabbisogno energetico.

A linea di norma, i Paesi della fascia tropicale- come Africa, Asia, America e Oceania –  non hanno l’ora legale, poiché la variazione delle ore di luce durante l’arco dell’anno è più bassa e non permette di avere ore di luce sufficienti la mattina per motivare uno spostamento di lancette in avanti di un’ora. Nell’emisfero australe, essendo le stagioni invertite rispetto all’emisfero boreale, anche l’ora legale segue un calendario rovesciato: in Australia inizia da ottobre a fine marzo o inizio aprile, con possibili variazioni da stato a stato, mentre in Brasile si va dalla terza domenica di ottobre alla terza domenica di febbraio. In Africa l’ora legale è scarsamente usata, mentre in Russia dal 2011 è stata abrogata e quindi cancellata.