Per chiunque avesse nostalgia dell’estate e soprattutto delle occasioni estive di uscire e partecipare a qualche evento o qualche sagra non deve di certo disperare.

Anche in autunno in tutta Italia si organizzano weekend alla scoperta del territorio e delle sue bellezze. Molto interessante è il fatto che ci si sta muovendo in una direzione un po’ più complessa rispetto a prima; La collaborazione, in questo caso, può diventare davvero un punto di forza.

In particolar modo c’è un progetto promulgato dalle regioni dell’Italia centrale che prevede la creazione di questa unica offerta turistica collegata tra le regioni che ha come scopo quello di creare percorsi interregionali alla scoperta del territorio. In questo modo sarà possibile per il turista scoprire più parti d’Italia facendo però sempre riferimento ad un progetto unico. Questo progetto prevede la creazione di una rete interregionale che possa supportare il turista nell’esplorazione del territorio.

Il progetto completo verrà presentato in un convegno il 18 e 19 ottobre all’Abbazia di Spineto a Sarteano. Il convegno sarà presieduto dall’Associazione Europea delle Vie Francigene e dalla Regione Toscana.

Il progetto Regione Toscana e dell’Italia centrale

Il progetto prevede la creazione di 5 cammini interregionali che fanno riferimento alle vie francigene. I cammini saranno quelli di: via Clodia, via Matildica del Volto Santo, via Lauretana, via degli Dei e dei Cammini di Francesco.

Il progetto coinvolge le regioni Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Liguria ed Emilia Romagna. Il Ministro del turismo Centinaio ha fatto sapere che sarà presente al convegno per dare supporto ad un progetto così importante che valorizza la nostra penisola.

Il progetto è molto ampio e prevede dei veri e propri ambiti per ogni cammino. gli ambiti per ognuno di essi sono quattro: governance, accoglienza, manutenzione e promozione. La tecnologia in questo caso verrà sfruttata al meglio per poter avere uno scambio diretto di idee e anche per migliorare la co-progettazione.

Tutto ciò che verrà proposto nella conferenza finirà direttamente in quella che prende il nome di Carta di Spineto. La Carta di Spineto è un documento che racchiude tutte le linee guida necessarie che sono condivise da tutti i cammini; In particolar modo in Toscana, queste linee guida, sono già in grado di attrarre 100 mila turisti l’anno.

Questo progetto sostanzioso e importante è di certo un rilancio non solo per le regioni interessate ma per tutto il territorio. E’ molto importante avere un buon supporto per un riscontro positivo.