Che ormai da molti anni il sistema bancario sia in crisi è un dato di fatto. Questa crisi non riguarda solo l’Italia ma tutta l’Europa e tutto il mondo. E’ dunque necessario fare una riflessione e soprattutto analizzare i sistemi bancari e la loro effettiva efficacia.  Molti sono coloro che hanno sparato a zero sui sistemi bancari italiani perché non abbastanza efficienti ed efficaci. A parlarne è proprio il Ministro Tria ha voluto che ha voluto specificare quanto in realtà non sia così e quanto il sistema bancario sia solido e non contenga titoli “velenosi”.

La crisi del sistema bancario secondo Tria

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Tria, a Palazzo Vecchio a Firenze durante la conferenza, ha voluto specificare quanto sia ingiusto considerare il sistema bancario italiano come non efficiente e non sicuro. Secondo il Ministro Tria infatti il sistema bancario italiano è uno di quelli più efficaci e soprattutto più affidabili. Esso è riuscito a resistere negli anni a moltissime problematiche e continua in qualche modo tuttora.

La crisi del sistema bancario è arrivata con la seconda recessione crisi,  in qualche modo stata aiutata dalle rigide norme europee imposte. Tria sottolinea come nel sistema bancario italiano non ci siano titoli particolarmente velenosi e che quindi le finanze sono sempre state in qualche modo sicure.  Quello italiano è un sistema bancario di cui i cittadini possono fidarsi e che tende a non tradire i risparmi dello stesso.

Le regole dell’Unione Europea

Le regole imposte dall’Unione Europea sicuramente sono restrittive e quindi questo ha creato ancora più difficoltà in un sistema già di per sé in crisi. Non bisogna pensare però che la crisi non abbia toccato altre banche e che il problema sia solamente italiano perché non è così.  Il sistema italiano si è rivelato spesso molto più efficiente rispetto ad altri sistemi; sistemi che invece hanno portato davvero il fallimento e alla perdita di coloro che avevano fatto affidamento su di essi.

Avere dei buoni titoli e non titoli velenosi non è però abbastanza per uscire dalla recessione e sicuramente le regole imposte sono molto restrittive e la situazione non è facile; Tuttavia è di certo una sicurezza in più avere un sistema di questo tipo.

Di certo la recessione che sta vivendo l’Italia è un periodo molto duro come lo è per tutto il mondo. Difficilmente prima si era vista una crisi di questa portata che ha coinvolto davvero tutti i settori e da cui è molto difficoltoso uscire.  Il messaggio che però il Ministro Tria vuole far passare, non solo agli italiani ma a tutto il mondo, è quello che il sistema bancario italiano è efficiente. I titoli sono titoli sicuri e quindi danno un effettivo riscontro positivo per i risparmiatori e che quindi investire nei titoli italiani non è un pericolo ma una risorsa.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]