Chi pensava che con l’estate sarebbero finiti anche gli eventi, di certo, si sbagliava. Infatti oggi, 14 settembre, è in programma a Matera il Festival Experience. Questo Festival è una grande rassegna dalle moltissime sfaccettature riguardante la cultura in generale.

Con cultura si intende un ambito molto ampio che vede intrecciarsi, arte, letteratura, spettacolo che hanno come cornice questa meravigliosa città del sud, patrimonio mondiale. Questo festival fa parte di un progetto più ampio promulgato dall’Associazione Province Unesco Sud Italia e portato avanti con la collaborazione dell’Upi (Unione delle Province d’Italia).

Questo progetto era stato ufficialmente presentato il 18 luglio e la Basilicata è solo l’ultima delle tappe che sono state fatte. Le regioni coinvolte sono state infatti Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. La valorizzazione delle regioni del sud culmina proprio a Matera perché essa è stata scelta come capitale della cultura europea del 2019.

Per Matera, la Basilicata e l’Italia intera è un grandissimo onore ricevere questa onorificenza. La città dei Sassi è di certo una delle meraviglie d’Europa e del mondo che deve essere valorizzata.

Il progetto Unesco

Questo progetto che coinvolge le regioni del sud è decisamente più ampio. Lo scopo è quello di collegare e valorizzare al massimo tutte le regioni che possiedono un patrimonio Unesco. E’ stato scelto il sud Italia perché ricco di tesori e soprattutto per cercare di valorizzare siti che talvolta rischiano di essere lasciati a se stessi.

Le risorse spesso non sono adeguate e moltissimi turisti non raggiungono alcune parti delle regioni del sud perché non praticabili o addirittura sconosciute. Cercare di migliorare l’offerta turistica e valorizzare al massimo tutto ciò che si possiede è di certo la soluzione migliore.

Ogni spettacolo organizzato prevede un tema preciso che viene poi portato avanti durante tutto il festival e viene sviscerato in tutte le sue forme. Il cardine di questo importante progetto è proprio questo Festival Experience. La direzione artistica è stata affidata a Gaetano Stella, originario di Salerno. La direzione organizzativa, invece, è interamente nelle mani esperte di Elena Salzano.

Ogni piccola tappa crea un percorso culturale a base di parole, musica e convegni che hanno il preciso scopo di accompagnare il visitatore nel festival e di fargli apprezzare il patrimonio del sud. Collaterali a questi eventi ci sono anche veri e propri Hashtag lanciati per valorizzarli ancora di più tramite i social. Il mondo digitale, in questo caso, è un ottimo strumento di valorizzazione.