È notizia di qualche mese che sembra trovare conferma in questi ultimi giorni della messa a punto di un sistema che possa essere in grado di riconoscere e segnalare le fake news anche su Whatsapp.

L’applicazione online più popolare e usata del pianeta sembra necessitare sempre più di metodi che possano segnalare agli utenti la veridicità o meno di una notizia per poter constatare effettivamente se siamo vittime di una fake news oppure no.

Questo metodo è stato molto utile, per non dire fondamentale, nel caso delle caselle di posta che sono vittima di mail false e che potrebbero indurre un utente poco esperto in errore causando il prelievo anche di denaro contro la sua volontà.

Se anche l’intento non fosse quello di prelevare denaro ma solo di divulgare una notizia falsa, questo nuovo metodo di bloccaggio, potrebbe evitare molte seccature e fraintendimenti e sarebbe in grado di bloccare questa tipologia di messaggi che tendono alla viralità trasportando informazioni false e tendenziose.

Questo metodo che si sta cercando di mettere appunto su Whatsapp dovrebbe essere in grado di far inviare un messaggio da parte del sistema direttamente all’utente segnalando che la notizia in quel preciso messaggio può non essere attendibile poiché è un messaggio condiviso molte volte e che potrebbe dunque essersi diffuso nel modo errato e quindi probabile fonte di notizia falsa.

Non esiste, ovviamente, ancora un metodo certo per stabilire se i messaggi contenuti nella mail o, in futuro, su Whatsapp siano completamente falsi e quindi è sempre bene controllare la posta, ma senza aprire il messaggio stesso poiché già dall’anteprima è possibile intuire se si tratta di una notizia falsa o magari solo di una mail che il sistema ha erroneamente inserito nella spam perché non l’ha riconosciuta.

I nuovi metodi di avviso ci possono aiutare, ma la prima e migliore attenzione per non cadere in errore deve provenire da noi.