Che ognuno di noi sia anche solo parzialmente spiato sul web è ormai cosa nota. I siti e soprattutto i social sono di certo la prima fonte attraverso cui le nostre informazioni vengono veicolate nell’etere ed è molto difficile impedire ciò, se non addirittura impossibile. Esistono di certo siti più a rischio di altri dove la crittografia è meno stringente ed è più facile che avvengano fughe di dati. Per questo motivo, per i messaggi magari più importanti, si utilizzano le chat che sfruttano la rete ma non sono vere e proprie fonti di condivisione. Una di queste, la più famosa ed utilizzata, è di certo Whatsapp.

Whatsapp è il social di messaggistica istantanea più utilizzato al mondo ed è molto utile per scambiarsi messaggi in tranquillità e segretezza. La segretezza e la privacy sono di certo superiori rispetto a social più pubblici come Facebook o Instagram.

Con Whatsapp è possibile creare veri e propri gruppi formati da più persone con cui parlare e magari organizzare qualche evento. Il gruppo Whatsapp viene gestito da quello che prende il nome di Amministratore che crea anche il gruppo stesso. L’amministratore è l’unico che può decidere di inserire altri membri del gruppo, sempre sotto la visione di tutti gli altri.

Quando l’amministratore aggiunge un nuovo membro, tutti i partecipanti del gruppo sono in grado di vedere chi è stato aggiunto.

In realtà, però, da un recente studio, pare che le cose non stiano esattamente così.

Secondo alcuni ricercatori è stato scoperto che possono essere aggiunte altre persone alla conversazione di gruppo, senza che le altre ne vengano informate.

Come aggiungere su Whatsapp contatti invisibili

Chi è in grado di controllare il server, dunque, è in grado di decidere se aggiungere qualcuno e di renderlo invisibile agli altri. Ovviamente manipolare il server non è una cosa così semplice ma, di certo, chi è molto esperto è in grado di farlo.

In questo modo, un’altra persona estranea, è in grado di vedere i messaggi che vengono scambiati tra coloro che si trovano nel gruppo a loro insaputa. Generalmente questa è una cosa difficilmente attuabile perché per manipolare un server di questo tipo ci vogliono conoscenze abbastanza approfondite.

Il fatto che però anche un social che apparentemente dovrebbe essere più sicuro, in realtà, non lo sia, crea non pochi grattacapi a chi lo possiede.

Il problema privacy viene spesso sottovalutato e si continua a procedere nello stesso modo e ad usare gli stessi strumenti ma, in realtà, sarebbe necessario stare attenti. L’accortezza non è mai abbastanza e si potrebbe davvero cadere in qualche trappola indesiderata. E’ molto facile capire che si può essere controllati ma è difficile riuscire a far qualcosa di concreto. Sicuramente smettere di utilizzare un social è molto complicato, soprattutto se è davvero utile, come nel caso di Whatsapp. Bisognerebbe sempre cercare di usare tutto con la massima cautela evitando di estendere a troppe persone l’utilizzo del numero e cercare di aumentare il più possibile la privacy.

Sicuramente è meglio privilegiare alcuni aspetti, come la privacy, piuttosto che dare accesso al proprio contatto in maniera incontrollata.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]