Dal 2015, il vecchio libretto postale è diventato, in pratica, un semplice conto di deposito, in quanto gli interessi si sono annullati, e per effettuare versamente e prelievi è necessario la Carta Libretto Postale. Ma come si usa esattamente? Come si richiede?

Come si usa e perché

A guardarla, la Carta Libretto Postale assomiglia ad una carta Bancomat, ma a differenza di questa i suoi servizi sono limitati. Con essa, infatti, è possibile prelevare del denaro, sempre dai Bancomat, consultare il saldo dei movimenti dal prelievo di questi ultimi, e velocizzare i versamenti allo sportello. E’ importante ricordarsi che il prelievo di denaro può essere effettuato solo tra le 7,00 e le 22,00.

Non è possibile, quindi, usarlo come carta di pagamento, né per pagare bollette o fare altri acquisti online, e non ha dei costi di commissione. Il suo PIN, viene inviato al proprio indirizzo, quando essa viene richiesta presso l’Ufficio Postale.

Come richiederla e chi contattare per l’assistenza

Per richiedere questa carta è necessario recarsi all’Ufficio Postale, di persona, e mai tramite telefono o via telematica. Le Poste, poi, invitano a convertire il libretto postale ordinario nella versione Smart, che offre più vantaggi, ed il PIN della carta viene consegnato subito.

Chi vuole informarsi, oltre che sul sito delle Poste Italiana, può usufruire di un numero verde (ce ne sono diversi per ogni tipo di servizio), in modo da rivolgersi direttamente all’Ufficio Postale, che può fissare un appuntamento presso l’Ufficio delle Poste Italiane più vicino alla propria abitazione o luogo di lavoro, per richiedere la carta.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]