Chat77 è una chat che promuoveva incontri online tra adulti, ma è stato chiuso ufficialmente. Ne esisteva una versione italiana, ma non era molto popolare. In molti hanno criticato il sito ufficiale perché promuoveva del sesso a pagamento. La chat era solo testuale, ma sembra che sia stata chiusa anche quella (almeno negli Stati Uniti).

Il sito e la chat: come funzionavano?

Chat 77 è stato avviato per la prima volta nel 1996, ed il suo ultimo aggiornamento permetteva di visualizzarlo con Java 8. Oltre che in inglese, il sito era disponibile anche in italiano, in spagnolo, in tedesco, in francese ed in portoghese.

Alla chat ci si poteva iscrivere nell’apposita sezione compilando gli spazi per il nome (preferibilmente un nickname o senza cognome), la lingua con cui si voleva conversare, il colore della propria pagina e il sito rilascia, in seguito, un codice all’utente per entrare.

Le regole della chat prevedevano che si utilizzassero dei servizi anonimi come gmail.com o dei programmi di messaggio vocale, per evitare chiamate indesiderate. Se ci si doveva assentare per più di venti minuti dal computer, era bene non lasciare aperta l’applet della chat, per non sprecare la banda inutilmente, perché sebbene il servizio fosse gratuito per gli utenti, presentava sempre un costo per i gestori.

Ogni link del proprio profilo doveva essere collegato alla pagina personale, ed era assolutamente proibito inserire altri link di siti per adulti o commerciali, all’interno del proprio. Inutile dire che il sito era vietato ai minorenni e a qualunque pratica sessuale che gli includeva.

Per più di vent’anni il sito ha permesso a molti utenti di potersi incontrare e fare amicizia, ma alcuni vi hanno inserito dei contenuti sessuali, ed in molti lo hanno etichettato come una pagina web dove gli adulti facevano amicizia per degli incontri sessuali.

La chiusura del sito

Il 21 marzo 2017, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato una nuova legge, l’Allow States and Victims to Fight Online Sex Trafficking Act of 2017, un disegno di legge con il quale si è modificata una legge federale che imponeva sanzioni, ovvero una multa ed una pena detentiva di dieci anni, a persone che utilizzavano qualunque mezzo o struttura per gestire dei servizi online che favorissero la prostituzione. Nel nuovo disegno, la pena detentiva è salita a venticinque anni e hanno stabilito dei nuovi criteri per chiudere vari siti dai contenuti sessuali.

Il gestore di Chat77, è stato costretto a chiudere il sito, a causa di un piccolo gruppo di persone che ha cercato di usare il sito per promuovere la prostituzione.

Le opinioni su chat 77

Sul fatto che Chat77 fosse un buon sito o meno, era un tema discordante. A prescindere dalle intenzioni dei gestori, molti nei loro commenti dichiarano che era un sito per incontri sessuali. C’è chi ha sostenuto che fosse un sito per maniaci e scambisti.

Sempre leggendo i commenti di chi lo ha visitato, sembra che il sito avesse delle camere a carattere sessuale, ma in Italia, come è già stato accennato, non era di certo uno dei siti più popolari per “rimorchiare”.

Altri che lo hanno visitato, invece, hanno dichiarato che non era un sito ideato per quello scopo, ma per fare amicizia e forse incontrarsi, e non necessariamente per avere rapporti intimi.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]