I cognomi indicano la famiglia di appartenenza di una persona, e non c’è una data precisa in cui sono “nati” i cognomi, ma sembra che in Europa i cognomi cominciarono a diffondersi dopo l’XI secolo, quando la popolazione cominciò ad aumentare e nascevano anche delle corporazioni, che prevedevano una registrazione. Di conseguenza, la gente doveva distinguersi per non incorrere in errori per omonimia. Oggi, se si vuole sapere la diffusione di un cognome, in Italia o all’estero, si può ricorrere a dei siti internet specifici. Per sapere quali sono, si può continuare a leggere questa pagina.

La diffusione dei cognomi in Italia

In Italia, la diffusione dei cognomi si può far risalire addirittura all’antica Roma, in cui le persone libere avevano un nomen, che indicava la gens di appartenenza. Il cosiddetto cognomen, invece, era in realtà un soprannome dato ad un singolo individuo o ad un ramo della sua famiglia.

Oggi, se si vuole sapere la diffusione di un determinato cognome, in Italia, si può ricorrere al sito Cognomix. Nel suddetto sito, su può risalire al significato del proprio cognome e la sua diffusione, sia in Italia che all’estero.

Inoltre, una sezione del sito elenca i cento cognomi più diffusi in Italia, e tra i primi dieci si possono citare: Rossi, Russo, Ferrari, Esposito, Bianchi, Romano, Colombo, Ricci, Marino e Greco.

Non mancano nemmeno, sempre in questo sito, un’area dedicata alle curiosità, riguardanti i cognomi, come l’area dedicata i nomi più strani, oppure quella che riguarda il cognome del marito, e su cosa stabilisce la legge italiana riguardo il mantenimento del cognome della donna, anche dopo il matrimonio (cosa che all’estero è poco diffusa).

Diffusione dei cognomi a livello mondiale

Così come si possono trovare siti che riguardano la diffusione dei cognomi italiani all’estero, è possibile trovare dei siti sulla diffusione di cognomi a livello mondiale. Uno dei migliori è sicuramente Forebears, nato nel 2012, disponibile non solo in inglese, ma anche in altre lingue, italiana compresa, dove è possibile trovare la diffusione di nomi propri di persona, cognomi e luoghi, inserendo uno di essi nel motore di ricerca.

Tra le varie sezioni del sito, vi è quella dedicata ai cognomi più comuni al mondo, come Wang, Garcia, Mohamed, Hussain, Lopez, etc, oppure i maggiori cognomi tra i repubblicani e i democratici, negli Stati Uniti.

Per fare un esempio, cercando nel motore di ricerca il cognome Ricci, uno dei più diffusi in Italia, si può notare che è ampiamente diffuso anche nel resto d’Europa e nel continente americano. Incidenze più basse, è possibile riscontrarle anche in alcuni paesi dell’Africa e dell’Asia, come in Algeria, dove si può trovarne un incidenza pari a 27, uno per 1,4 metri.

Un altro sito che si può citare è sicuramente Geneanet, un sito che non solo permette di vedere la diffusione di un cognome a livello mondiale (con l’ausilio di una mappa digitale) entrando nella sezione “origine dei cognomi”, ma vi è la possibilità fare altre ricerche, come trovare informazioni sui propri antenati, o creare un proprio albero genealogico.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]