Gli ETF sono fondi negoziati sul mercato borsistico che hanno preso d’assalto il mondo degli investimenti: hanno rapporti di spesa estremamente interessanti e apportano benefici fiscali rispetto ai fondi comuni di investimento tradizionali.

In molti casi, gli ETF monitorano gli indici che determinano un turnover minimo delle attività e una maggiore stabilità del portafoglio.

Investire negli ETF è più facile che mai e la proliferazione di questi asset nella comunità degli investitori ha reso molto più semplice beneficiare di diverse opportunità di investimento.

Ecco, dunque, come investire in ETF per l’anno 2019 e quali sono le reali opportunità.

Investire in ETF nel 2019: quali Broker scegliere?

Per acquistare e vendere ETF nel 2019, è necessario disporre di un conto di intermediazione.

Diversi Broker regolamentati offrono la possibilità di fare trading di ETF: Vanguard e Schwab consentono di scambiare i propri ETF proprietari senza commissioni.

Altri broker, come Fidelity e TD Ameritrade hanno accordi di partnership con fornitori di ETF di terze parti, in base ai quali gli investitori non pagano commissioni sulle negoziazioni ETF.
Con migliaia di ETF presenti sulla Piattaforma di trading online, si avrà la possibilità di scegliere quelli in linea con le proprie esigenze di investimento.

Ogni fondo negoziato in Borsa pubblica un indice di spesa annuale, che rappresenta la percentuale del patrimonio totale che assicura la copertura dei costi sostenuti ogni anno.

I fornitori di ETF più grandi e più efficienti hanno rapporti di spesa per i loro fondi che possono essere inferiori allo 0,1%.

Ad esempio, gli investimenti azionari internazionali implicano maggiori problemi logistici e, pertanto, i rapporti di spesa tendono ad essere più elevati rispetto ai fondi azionari statunitensi.

Quando si confrontano gli ETF di diverse famiglie di fondi, i meno costosi offrono la possibilità di beneficiare di rendimenti più elevati.

Creare un portafoglio di ETF diversificato

Come per i fondi comuni di investimento, molti ETF detengono investimenti simili: detenere più ETF non significa avere un portafoglio diversificato.

Ad esempio, se tutti gli ETF detenuti in portafoglio si concentrano su titoli azionari statunitensi a grande capitalizzazione, potresti scoprire che le posizioni sottostanti su ciascuno di questi fondi sono quasi identiche.

L’inserimento di diverse classi di asset, come azioni, obbligazioni, immobili e investimenti alternativi, può essere un buon punto di partenza per costruire un portafoglio quanto più diversificato.

Investire in ETF: quali sono le reali opportunità per il 2019?

All’interno di ogni asset class, ampliare la propria esposizione è una buona idea: è bene investire in titoli azionari, ETF diversi con esposizione geografica diversa e presenza di settori differenti per bilanciare i rischi del proprio portafoglio.

Alcuni Broker consentono di effettuare investimenti automatici su base regolare: ciò è particolarmente utile quando il Broker offre la possibilità di fare trading di ETF senza commissioni.

I fondi negoziati in Borsa possono costituire un prezioso tassello per costruire un portafoglio di investimenti a lungo termine che ti consente di guadagnare.

Concentrandoti sulla riduzione dei costi e sulla ricerca degli ETF più adatti alla tua strategia di investimento, aumenterai le possibilità di introitare interessanti guadagni per l’anno 2019.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]