Come investire oggi? Non è assolutamente semplice rispondere a questo quesito, ci sono tante strategie economiche e finanziarie da mettere in atto per fare profitti, anche se i rischi di perdere capitale sono sempre in agguato.

Uno dei più grandi errori che si commette è quello di guadagnare subito senza valutare attentamente la possibilità di diversificare il portafoglio investimenti per minimizzare il rischio derivante.

Scopriamo in questa guida come iniziare ad investire e quali sono gli asset da prendere in considerazione per massimizzare il ROI.

Investire oggi: come iniziare? 

Hai un capitale risparmiato da investire? Prima di iniziare a speculare, è necessario formarsi. Non serve essere dei Premi Nobel della Finanza, ma occorre tanta formazione teorica e tanta pratica. Ad esempio, basta leggere i libri scritti da trader di successo o da economisti o da esperti investitori che analizzano quanto accaduto sui mercati finanziari negli ultimi decenni.

Investire in obbligazioni

Dopo l’ondata di fallimenti che hanno coinvolto diverse banche (MPS, Etruria e Banca delle Marche), il dubbio principale è perchè affidare tutti i propri risparmi ad un istituto di credito?

Sicuramente, è sempre buona strategia saper diversificare per ridurre i rischi. Uno degli asset su cui puntare sono le obbligazioni che assicurano rendimenti certi.

Meglio non farsi mai consigliare dagli Advisor finanziari o dal personale delle banche: un ottimo consiglio è quello di leggere sempre attentamente il contratto prima di sottoscrivere una obbligazione, per assicurarsi dello “stato di salute” della Banca stessa.

Se la banca rischia il bail-in o fallisce, si rischia di perdere il capitale investito. Per questo, è conveniente non investire sulle obbligazioni subordinate.

Investire in azioni

Investire in azioni è un’altra valida strategia dal punto di vista remunerativo, anche se occorre valutare bene quale sia lo stato di salute economico e finanziario della società quotata, la situazione in cui versa il comparto in cui opera e l’outlook prospettico.

Negli ultimi anni, gli investitori sono sempre più attratti dalle quotate operanti nel settore digitale e tecnologico: si pensi ai grandi colossi quali Amazon, Facebook, Apple, Samsung, Netflix, etc.

Se non si si vuole diventare azionisti ed acquisire i diritti e gli obblighi spettanti, è possibile speculare sui titoli azionari delle società, non comprandoli direttamente, ma facendo trading di CFD con asset sottostante azioni.

Cosa sono i CFD? Sono strumenti finanziari derivati o Contracts For Difference: il sottoscrittore può ottenere guadagni dalla differenza fra il valore iniziale dell’azione e il suo valore quando viene chiusa l’operazione.

I CFD fanno parte del mercato non regolamentato o OTC. Per questa ragione, i CFD non sono soggetti alle limitazioni imposte dalla Consob sulla vendita allo scoperto. È possibile posizionarsi sia long, vale a dire prevedendo un rialzo del valore dell’azione, sia short, ovvero sostenendo invece il ribasso dell’azione scelta.

Investire in fondi comuni di investimento

Un’ottima strategia è quella di investire in fondi comuni d’investimento: gli investitori-risparmiatori affidano la gestione dei propri risparmi a società di gestione, provviste di personalità giuridica e dotate di capitale distinto da quelli del fondo.

Un fondo comune di investimento è uno strumento finanziario paragonabile a un grande “salvadanaio” dove confluiscono le risorse di piccoli e grandi risparmiatori

Il gestore di un fondo investe in diverse tipologie di attività quali obbligazioni, azioni e immobili. La decisione su cosa comprare dipende dall’obiettivo d’investimento del fondo.

I fondi investono in diverse tipologie di attività sottostanti e consentono di ripartire il rischio d’investimento.

Investire oggi in criptovalute

Il Bitcoin è la criptovaluta per eccellenza coniata nel 2009 da una idea del misterioso Satoshi Nakamoto, di cui ancora oggi non si conosce l’identità.

Dal 2012 il BTC è diventato un asset su cui investire nei mercati finanziari e, da allora, numerosi trader ed investitori hanno introitato interessanti guadagni.

Ma, è nel 2017 che il Bitcoin ha fatto davvero parlare di sé: dall’analisi della quotazione, la sua incredibile volatilità incredibile lo ha portato ad una quotazione di quasi 20mila dollari.

Nel corso degli anni, a seguito del successo del Bitcoin, sono nate una miriade di criptovalute o Altcoin. Sebbene molte siano poco affidabili, oggi si contano circa 1300 criptovalute, ma poche mostrano una quotazione relativamente stabile.

Quali sono le migliori valute digitali su cui investire? Oltre il Bitcoin, è buon consiglio includere nel proprio crypto portafoglio il Litecoin, Ethereum, Monero, Bitcoin Cash (altra Fork di successo del Bitcoin), Litecoin, NEM, DASH, NEO, Stellar Lumans.