Tutti conoscono la figura di lady Godiva, la donna nota per aver cavalcato nuda, ma quanti conoscono veramente la sua storia? Chi era questa donna? Perché è tanto importante? Per saperne di più, si può continuare a leggere la pagina.

Chi era veramente lady Godiva

Lady Godiva, o Godgifu, nacque nel regno di Mercia, nel 990 d.C., e si sposò due volte. La seconda volta, si marità con il conte Leofrico di Covenrty, ed insieme a lui diventò una benefattrice di enti religiosi, ed è durante l’istituzione di un monastero benedettino nella contea, che lei viene citata in documenti realtivi al 1043 o al 1050.

Dopo la morte di suo marito, nel 1057, ci fu l’invasione normanna, ma lady Godiva riuscì a mantenere il controllo della sua casa e delle sue proprietà, fino alla morte, avvenuta nel 1067. Non si sa con certezza dove sia stata sepolta, ma secondo alcuni si troverebbe nella Chiesa della Benedetta Trinità, ad Evensham, o nella chiesa di Coventry.

Perché lady Godiva cavalcò nuda

Secondo la leggenda, lady Godiva chiese al marito di abolire una tassa imposta ai propri vassalli, troppo eccessiva, ma il marito rifiutò. I litigi tra i coniugi continuarono e allore il conte gli disse che avrebbe acconsetito ad abolire quella tassa sei avesse cavalcato del tutto nuda in città, coperta solo dai propri capelli, ma senza essere vista da estranei.

Allora lady Godiva chiese a tutti i cittadini di chiudersi in casa e di non vederla, ma un giovane sarto, Peeping Tom, lo fece comunque, spiandola da una tapparella, e per questo divenne cieco, ma il conte abolì comunque la tassa.

Oggi, a rievocare questa leggenda, ci sono diverse commemorazioni, ma alcuni ritengono che la nudità di lady Godiva fa riferimento solo al fatto che non portava dei preziosi. Questa leggenda, per certi versi, può ricordare quella di Raperenzolo, in quanto si diceva che i capelli di lady Godiva erano tanto lunghi da ricoprire le sue nudità, ed il fatto che chi spiava la dama diventa cieco, era un fatto che si riportava nei miti greci, come quello di Tiresia.

Lady Godiva nella cultura di massa

Lady Godiva, bene o male, è un personaggio presente nella cultura di massa. Non sono pochi, gli artisti ad averla ritratta, come John Collier, o scolpita, come John Thomas. Ci sono anche cantanti che vi hanno dedicato canzoni, o comunque citata, come i Velvet Underground, con la loro canzone Lady Godiva’s Operation, oppure i Queen, che l’hanno citata nel brano Don’t Stop Me Now.

Chi ha seguito il telefilm Streghe, sa che il personaggio di lady Godiva è comparsa nel secondo episodio della settimana stagione, in cui si è sottolineato come la nobildonna inglese sia stata, a suo modo, una figura importnate nell’indipendenza della donna. Ancora oggi, infatti, lady Godiva è considerata un simbolo di coraggio che, per l’epoca, ha fatto un gesto davvero audace.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]