Due uomini sono stati beccati per la seconda volta intenti a rubare materiale elettrico. I due, Francesco Guagliardo e Mirko Domenico Fazzone, sono stati scoperti nell’avere in auto del materiale elettrico, e successivamente scoperti mentre cercavano di rubarne altro presso la ditta di materiale elettrico in vicinanza del lungo mare Florio, che già aveva subito delle rapine in pochi giorni.

I carabinieri della compagnia di Marsala hanno colto sull’atto i ladri, entrambi di trent’anni. L’equipaggio dell’eliquota radiomobile capitanato da Antonio Pipitone, mentre controllava il territorio, si è accorta della presenza dell’auto al di fuori dell’impresa e stranita dall’ora e dalle circostanze si è soffermata a controllare insospettiti dall’uomo di guardia in macchina che si accingeva a controllare la sicurezza del perimetro. Inoltre, avvistata la pattuglia il complice nell’auto si è affrettato a contattare quello che era all’interno della ditta per iniziare la fuga. Capita la situazione, l’uomo nella vettura ha cercato di fuggire, ma è stato immediatamente bloccato. Quattro giorni prima i due trentenni erano stati fermati di notte. Arrivati alla caserma, i due complici sono stati dichiarati in arresto e questa mattina il giudice ha ufficializzato l’arresto convalidandolo e ha indicato la misura cautelare per entrambi. L’operazione veloce ed efficace dei carabinieri hanno evitato un’altra rapina alla ditta.