Oggi, sabato 3 febbraio 2018, è avvenuto il crollo di un’intera palazzina in centro a Marsala, in via Salinisti.

A crollare per primo è stato il solaio superiore situato al secondo piano del palazzo, questo a causato la rottura del pavimento al di sotto di esso e il tetto al primo piano, sgretolandosi fino al suolo. Due pareti sono rimaste nonostante l’accaduto, ma non presentano morsettatura e sono pericolose per un possibile nuovo crollo. Questo a influenzato la decisione di chiudere la strada al traffico pedonale e dei veicoli per preservare l’incolumità dei cittadini. Non sarà permesso nemmeno arrivare alle due attività commerciali presenti nelle vicinanze della palazzina e una famiglia che abita vicino alla palazzina è stata obbligata ad evacuare. Al momento dell’accaduto sono arrivate immediatamente le forze dell’ordine, i vigili del fuoco di corso calatafimi, il grupo Usar di Trapani, le unità cinofile di Enna e Palermo. Ovviamente sono stati subito condotti accertamenti per verificare che non vi fossero feriti o persone sotto le macerie. Pietro Silvano ha coordinato le operazioni di controllo e sicurezza che sono terminate alle 11:30 di questa mattina.

La mobilità sarà ripristinata quando si deciderà anche con il sindaco Alberto Di Girolamo sul da farsi. Le cause probabili del crollo sono state le condizioni di vetustà  dell’edificio, il suo abbandono e i mancati controlli di messa in sicurezza della palazzina che da molto tempo era disabitata.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]