Dopo aver visto la Capitale innevata negli scorsi giorni, oggi anche a Napoli è arrivata l’ondata di gelo che ha portato neve e disturbi. Ieri lunedì 26 febbraio, è stato posto il blocco dei treni e dei trasporti per ragioni di sicurezza. Sono stati bloccati i voli, treni, tram, metro e autobus per tutta la mattinata. Successivamente è stata indetta anche la chiusura degli istituti scolastici. Numerose le lamentele anche oggi, giornata in cui gli scambi ci sono stati, ma in maniera ridotta e rallentata. Anche i trasporti veloci da Napoli a Roma hanno subito variazione e ritardi che hanno contribuito il crescere del traffico generale.

La neve a Napoli ha bloccato tutto e ha causato molte problematiche nella viabilità che non sembra avrà miglioramenti durante la giornata di oggi. Il meteo non ha annunciato miglioramenti o schiarite e rimane il problema ghiaccio. A causa di ciò, dati gli spostamenti difficili, il sindaco ha richiesto la chiusura delle scuole fino a mercoledì. Oltre agli aeroporti che hanno cancellato tutti i voli, anche taxi non garantiscono il servizio e sono poche le autovetture che si ostinano a guidare con queste condizioni meteo. Anche l’Azienda napoletana mobilità, Anm, ha preso l’iniziativa di bloccare il circolo degli autobus, mentre la linea 1 della metro è rimasta chiusa dalle 8.10 fino alle 11.45.  Dopo mezzogiorno la situazione sembra essere migliorata.

Il sindaco di Napoli ha lanciato un appello in quanto le previsioni meteo non hanno garantito il loro supporto, dando informazioni rassicuranti che non hanno permesso la presa di azioni preventive atte a garantire la maggiore funzionalità del capoluogo. Le decisioni infatti sono state prese all’ultimo, l’assessore ha stabilito, che viste impossibili le azioni preventive data la scarsa informazione, la chiusura di tutte le scuole di ogni grado e asili. Successivamente Luigi De Magistris, il sindaco, ha annunciato la chiusura degli istituti fino a Mercoledì e ha invitato i cittadini a non uscire nelle 24 ore successive a causa del mal tempo e delle condizioni altamente pericolose.

Molte le polemiche scattate in seguito alla chiusura delle scuole, che non garantirebbero il diritto all’istruzione. Il sindaco però ribatte dicendo che si tratta di prevenire l’incolumità dei giovani e non di scelte casuali.

Una situazione davvero pericolosa e difficile a Napoli che è rimasta completamente paralizzata dal ghiaccio, impreparata e disorganizzata. Nelle prossime ore si sapranno meglio gli aggiornamenti meteo che renderanno più facile la presa in merito al da farsi.