Per riequilibrare la flora batterica nell’intestino è possibile ricorrere a vari rimedi naturali, e nello specifico i probiotici, ovvero dei microrganismi che si trovano in alcuni alimenti. Ma quali sono i più indicati per questo problema?

Cosa fa l’intestino e le cause del suo squilibrio

Nell’intestino è situata la flora batterica, che è importante per il corpo per via di tre principali funzioni, ossia: di difesa, in quanto regola l’attività del sistema immunitario, metabolica, quindi aiuta ad assorbire o no determinate sostanze con vari processi, e trofica, perché controlla e produce cellule epiteliali.

Se si altera la flora batterica, avviene una disbiosi intestinale, che aumenta il livello di tossine circolanti, e generalmente essa si manifesta con gonfiori, problemi di stitichezza oppure diarrea (se si assorbe troppa o meno acqua), e se si trascura questo problema, esso può portare a problemi più seri, come artrosi, un sovraccarico delle funzioni del rene, cirrosi, stanchezza cronica e depressione del sistema immunitario. Sono diverse le cause dell’alterazione della flora intestinale, e tra queste può esserci un’alimentazione non bilanciata, con troppi zuccheri o proteine, problemi di indigestione, lo stress, un eccesso di fumo ed alcool, l’assunzione prolungata di alcuni antibiotici e, nel caso delle donne, la pillola contraccettiva.

Come trattare la disbiosi

Ci sono vari rimedi da adottare, consigliati dal medico, a seconda della gravità del problema. A cominciare dalla dieta, che prevede un consumo maggiore di fibre, frutta e verdura, bere molta acqua e ridurre i cibi ricchi di grassi e zucchero.

Tale dieta comprende anche l’assunzione di integratori, e tra questi ci sono vari probiotici, consigliati sempre dal proprio dottore. Questi ultimi, tuttavia, sembrano tra le soluzioni più adottate, in quanto ne esistono diversi tipi, resistono a pH bassi e sono sicuri per l’organismo umano. Le loro proprietà sono disintossicanti, capaci di diminuire gli enzimi cancerogeni, migliorano l’intolleranza al lattosio, sono immunomodulanti, ed aiutano a combattere problemi come l’artrite.

I principali probiotici sono l’inulina, il lattosaccarosio, il lattulosio ed alcuni tipi di oligosaccardi, e vengono estratti da piante e verdure come la cicoria, il radicchio selvatico, il tarassaco, il dente di leone ed il topinambur, ma anche alimenti come lo yogurt, il kefir, il miso, i crauti, il tempeh ed il kimchi. Nelle farmacie ed in vari negozi, online e non, se ne possono trovare diversi tipi, in compresse, in polvere o in flaconcini, e tra i più consigliato ci sono il Lactoflorene o i probiotici Massigen.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]