La spirale anticoncezionale, nota anche con la sigla IUD (Intra Uterine Device) è un piccolo dispositivo di plastica, a forma di T, che si inserisce nell’utero della donna per evitare delle gravidanze. Ma cosa bisogna fare per impiantarla? Quando costa? Quali sono i suoi vantaggi e svantaggi?

Come si inserisce e quanto costa

Si possono distinguere di tipi di spirale anticoncezionale, ovvero quella ormonale, che rilascia una piccola quantità di progestenico nell’utero ed impedisce così allo sperma di penetrarvi, o quella di rame, che rilascia delle piccole quantità di questo metallo, per cambiare la composizione dei fluidi che penetrano nell’utero.

Per impiantare questo dispositivo nell’utero, è necessario rivolgersi a un ginecologo. Quest’ultimo, dovrà effettuare degli esami di routine, prima di procedere, che comprendono un’anamnesi completa, un test di gravidanza, un’ecografia interna ed il prelievo di un campione di tessuto presenti nella vagina e nel collo dell’utero. Questi esami, sono volti a capire di quale misura deve essere la spirale e per controllare che non ci siano infezioni nell’utero.

In seguito, il medico fisserà la data dell’intervento per impiantarlo, della durata di circa una ventina minuti. Non è insolito che alcune donne possano soffrire di alcuni crampi, dopo la procedura, e il dottore può prescrivere degli antidolorifici. Se, in seguito, si dovessero verificare altri problemi come febbre, dolori addominali e/o pelvici oppure perdite anormali della vagina, si dovrà contattare di nuovo il proprio medico.

Il suo costo, può variare a seconda della durata della spirale e dall’azienda che lo produce: ad esempio, una spirale anticoncezionale della durata di cinque anni, ha un prezzo che varia dai settanta ad oltre duecento euro.

C’è da aggiungere che questa procedura è controindicata per chi ha malattie infiammatorie nella zona pelvica, oppure altre patologie, come i tumori al seno o all’utero o malattie epatiche.

I suoi vantaggi e svantaggi

L’impianto della spirale, ha diversi vantaggi: innanzitutto, vi si possono ricorrere tutte le donne, che non siano affette da patologie particolare e che non sono mai rimaste incinta, e il loro uso può durare per anni (con i dovuti controlli). Non è visibile ad occhio e di sicuro non provoca fastidi durante il giorno. La sua efficacia è di circa del 99 % e quella di rami non interagisce con altre medicine che si stanno assumendo. Non provoca problemi se si porta anche durante l’allattamento.

Quella ormonale, inoltre, è anche un efficace rimedio per mestruazioni dolorose ed abbondanti, ed è un ottima alternativa se non si possono assumere degli estrogeni, presenti in farmaci come la pillola anticoncezionale.

Naturalmente, presenta anche degli svantaggi, come:

  • mestruazioni più dolore ed abbondanti, nel caso si inserisca la spirale di rame, e quella ormonale può cambiare la regolarità del ciclo;
  • il non proteggere da malattie a trasmissione sessuale;
  • può causare diversi problemi, come l’insorgenza dell’acne, il mal di testa o tensioni mammarie. In casi rari, può causare le cisti ovariche;
  • può provocare danni e perforazioni all’utero, in un caso su mille.
Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]