La notte scorsa, gli All Star Game di basket hanno visto la loro partita più importante giocata dalle squadre della NBA che si sono mostrate più forti. Il match è stato giocato dal Team Steph, capitanato da Stephen Curry, contro il Team LeBron, capitanato da LeBron James. Il team di LeBron ha avuto la meglio con il punteggio di 148 a 145. Il capitano della squadra vincente si è detto soddisfatto davanti alle telecamere e ha definito la partita “vera” dopo tanti anni che non se giocavano più tante così. Una partita avvincente e divertente per gli spettatori che sono rimasti attenti fino all’ultima azione per il gioco incredibile. Durante la partita LeBron era il giocatore più anziano, ma nonostante ciò ha mostrato al mondo la sua tenacia e tutta la sua abilità, facendo in 31 minuti dall’inizio della partita 29 punti , 8 assist, 10 rimbalzi. Per questo è stato nominato miglior giocatore, mantenendo il suo prestigio durante questa stagione e durante tutta la sua carriera. Nel match anche il 23 enne Joel Embiid, del Team Steph, ha giocato in modo incredibile, segnando 19 punti e 8 rimbalzi. Questo uno dei motivi per cui è sempre più considerato uno dei più forti nell’ NBA.  La partita è stata considerata da tutti una delle più belle e tecnicamente buone degli ultimi anni degli All Star Game, con un buon attacco, ma anche con una buona difesa, che negli ultimi periodi era praticamente assente. L’inizio della partita è stato anticipato da un piccolo momento di spettacolo, durante cui la cantante dei Black Eyed Peas, Fergie, ha cantato l’inno nazionale con uno stile blues. Insomma una partita davvero spettacolare, ricca di suspance e azione. Come detto in precedenza la difesa è stat buona, ma è decisamente ancora migliorabile, comunque sia, è evidente che vi sono state già delle migliorie e sono stati fatti già dei passi avanti.