La Val d’Orcia è un ampia campagna toscana, in provincia di Siena e a confine con l’Umbria. Essa è stata riconosciuta come patrimonio mondiale dell’Unesco nel 2004 e comprende un’area naturale protetta. Sicuramente, il periodo migliore per visitarla è l’estate, ma cosa c’è da vedere? Dove dormire?

Cosa vedere

Sicuramente, la Val d’Orcia è una bella meta per chi ama passeggiare e fare escursioni in campagna. Tra le cose da vedere si possono citare:

  • le vie percorse dai pellegrini, ossia la via Francigena e quella Teutonica, che confluiscono al centro della valle, ed è lì che sono state girate delle scene de Il gladiatore;
  • Pienza, un piccolo comune, riconosciuto come Patrimonio Unesco nel 1996, noto per aver dato i natali a Enea Silvio Piccolomini (1405-1464), che salì al soglio pontificio con il nome di Pio II, che lo fece rinnovare;
  • le piscine naturali di Bagni San Filippo, una stazione termale immersa nei boschi del Monte Amiata, si distingue per i suoi depositi calcarei e le acque dagli effetti terapeutici, noti anche agli antichi romani;
  • la fortezza di Ghino di Tacco, a Radicofani, a dodici chilometri ai Bagni San Filippo, sorge su una rupe vulcanica, e sembra che sia stato signoria del famoso ghibellino di cui porta il nome;
  • l’abbazia di sant’Antimo, la cui costruzione viene attribuita a Carlo Magno, venne eretta seguendo la tradizione benedettina;
  • i giardini della Foce, nell’omonima villa, la cui realizzazione è avvenuta tra il 1925 e il 1939, divino in geometriche stanze, che comprendono diverse specie di alberi e piante, come ciliegi, cipressi, pini, rosmarino e timo, e lungo il viale si può ammirare una stanza risalente al Seicento;
  • la quercia di Checche, tra Montichiello e Foce, che si dice abbia superato i 360 anni, è alta ventidue metri, e si racconta che oltre ai contadini, che festeggiavano la trebbiatura, sotto le sue fronde avvenivano anche sabba di streghe.

Dove dormire

Nei borghi ed in questa valle in generale non mancano di certo i luoghi in cui dormire e gustare i piatti locali. Tra gli alberghi presenti si possono citare:

  • l’Albergo Generale Cantore, presso il Monte Amiata, include anche un ristorante e uno snack bar, ed è situato a sette chilometri dai Bagni San Filippo;
  • l’Hotel Vecchia Oliviera, a quaranta chilometri da Siena, è molto apprezzato dalle coppie ed include una piscina;
  • l’Hotel Rutiliano, a pochi passi dal centro storico di Pienza, da esso si possono raggiungere non solo le terme di San Filippo, ma anche quelle di Montepulciano e Bagno Vignoni;
  • la Locanda Vesuna, struttura a tre stelle a mezz’ora da Siena, è distante trenta chilometri dal Monte Amiata;
  • l’Hotel I Due Cigni, a dieci minuti di auto da Montepulciano, come l’Hotel Rutiliano è vicino alla zone termali;
  • l’Albergo Le Macinaie, hotel a due stelle, costruito su un ex mulino, ristrutturato nel 1999, include anche una zona benessere ed una sala giochi per i bambini.
Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]