cellulite

Come migliorare il microcircolo cutaneo? Quali sono i rimedi ed i migliori prodotti cosmetici? Il microcircolo cutaneo, ovvero l’insieme dei vasi sanguigni che assicurano l’apporto di sostanze nutritive e ossigeno alla pelle, assume importanza anche in fase preventiva.

Infatti, sia la medicina che l’industria della cosmesi ritengono fondamentale riuscire a prevenire il progressivo deterioramento delle strutture vascolari della cute in quanto, in questo modo, si riescono a raggiungere diversi obiettivi e precisamente:

  • garantire il corretto funzionamento e l’integrità della cute
  • assicurare il trofismo cutaneo
  • proteggere la pelle dall’invecchiamento
  • sostenere la funzione difensiva di pelle e cute

Quali sono le conseguenze di un microcircolo cutaneo non ottimale?

Da quanto esposto, appare chiaro che un microcircolo cutaneo che non funzioni in maniera ottimale abbia delle ripercussioni sullo stato della cute.

L’invecchiamento della cute caratterizzato dalla perdita del tono vascolare o dalla maggiore permeabilità vasale, nonché da altri fattori, può comportare delle conseguenze anche gravi.

Nel momento in cui si verifica una stasi del microcircolo cutaneo possono verificarsi una serie di ripercussioni sulla pelle quali:

  • diminuzione della tonicità ed elasticità della cute
  • progressiva disidratazione di derma ed epidermide
  • formazione delle macchie cutanee
  • presenza di rughe e solchi sulla pelle

Quali azioni intraprendere per migliorare il microcircolo cutaneo?

Fortunatamente il progresso e i continui miglioramenti della scienza permettono di mettere in campo diverse azioni che assicurano un miglioramento del microcircolo cutaneo.

Oggi gli specialisti in dermatologia e coloro che si occupano di medicina antiaging hanno a disposizione diverse tecniche di intervento e alcune sostanze naturali che permettono di garantire il corretto sostentamento della circolazione dei piccoli vasi cutanei.

Le tecniche a disposizione dei dermatologi sono:

  • carbossiterapia
  • tecar terapia
  • radiofrequenza
  • terapia laser
  • uso di sostanza capillaro-protettive che permettono la biorigenerazione e la biorivitalizzazione della cute
  • protocolli farmacologici

Queste sono solo alcune delle possibili alternative da utilizzare per rendere ottimale il microcircolo cutaneo.

La scelta della tecnica più idonea da utilizzare dipende da diversi fattori quali la maggiore o minore invasività della procedura, il grado di efficacia o il campo di intervento, in modo da fornire sempre un intervento personalizzato.

Corretta prevenzione per tutelare il microcircolo cutaneo

Prima di affidarsi a un qualsiasi professionista, è fondamentale che siano seguite delle opportune tecniche di prevenzione come, ad esempio, evitare che la pelle sia esposta eccessivamente a radiazioni ultraviolette, che la cute abbia la giusta protezione dai raggi UV e che si segua comunque uno stile di vita sano ed equilibrato.

Migliorare il microcircolo cutaneo: quali prodotti cosmetici scegliere?

Quali sono i migliori prodotti cosmetici per migliorare il microcircolo cutaneo? Tra i più efficaci trattamenti cutanei, la crema anticellulite Goji è una nuova tipologia di crema anticellulite ad azione praticamente immediata completamente naturale, che agisce in profondità contro la cellulite e consente di riattivare la circolazione linfatica fin dagli strati più profondi.

I risultati sono visibili fin dalla prima applicazione ed il massaggio circolare sulle zone “critiche” consente di drenare immediatamente gli accumuli di acqua, combattendo anche la ritenzione idrica.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 1 Average: 5]