In quel di Marsala sono scattate delle pesanti sanzioni per alcuni venditori di pesce abusivi ad opera dei Vigili Urbani.

Nella città di Marsala molti erano i venditori che vendevano la loro merce, in questo caso pesce, senza avere tutte le autorizzazioni necessarie. Per riuscire a rintracciare tutti i venditori abusivi e bloccare la loro attività è stato necessario un coordinamento dei Vigili Urbani. E’ stato necessario fare indagini approfondite per capire quali fossero i veditori abusivi che dovevano essere fermati. Questo per essere sicuri di riuscire a bloccare le attività illecite.

Dopo l’indagine sono scattate le procedure penali per gli ambulanti che hanno previsto pesanti sanzioni e il sequestro degli alimenti. Le multe hanno raggiunto anche importi molto elevati e tutto il pesce è stato sequestrato.

I chili di pesce sequestrati dai Vigili sono svariati chili. Il pesce di cui si parla in particolar modo è merluzzo e sgombro, ma sono stati trovati e sequestrati altri 12 chili di pesce misto che dovevano essere venduti anch’essi illegalmente.

 

Stop per i venditori abusivi di pesce

Le zone che hanno interessato il blocco dei venditori abusivi sono principalmente tre, Via dell’Istria, Strasatti e la Pastorella, ma non si esclude ci possano essere altre zone interessate. La merce è stata sequestrata non solamente perché venduta illegalmente e senza autorizzazione ma anche per problemi di provenienza.

I venditori abusivi non erano in possesso delle necessarie autorizzazioni e certificazioni che potessero garantire la provenienza e la bontà del pesce. Questo comporta di certo dei grandi pericoli per la salute del consumatore che si trova invogliato ad acquistare un prodotto per il prezzo più basso ma senza alcuna garanzia.

La tutela del consumatore sta prendendo sempre più piede e sempre più importante è la salvaguardia della salute del cittadino. Purtroppo questi eventi non sono nuovi e spesso sono all’ordine del giorno. Molti sono i venditori abusivi che riescono ad aggirare la legge prendendo per la gola il consumatore con prezzi stracciati ma mettendo a repentaglio la sua salute.

Le attività di questi venditori abusivi sono state bloccate dalle Forze dell’Ordine che man mano stanno cercando di limitare sempre di più questi episodi. Le occasioni di farla franca spesso ci sono; questo perché i controlli vengono fatti ma le tempistiche talvolta sono lunghe proprio per accertarsi di riuscire a bloccare l’attività. Il lavoro fatto fino a questo momento sta di certo garantendo la salvaguardia del consumatore; esso si troverà ad acquistare solo prodotti certificati e sicuri.

La provenienza del prodotto e tutte le sue caratteristiche sono fondamentali per poter garantire la sicurezza alimentare. Soprattutto per cibi particolarmente delicati come il pesce è necessario avere la sicurezza di mangiare qualcosa di sano e fresco. Non conviene fidarsi di chi non esibisce cibo che ha un certificato di provenienza.