Indagini e controlli scattati all’Ospedale Paolo Borsellino di Marsala in seguito a problematiche all’interno del sistema igienico e alimentare dell’azienda ospedaliera.

Scattata una denuncia per l’ospedale , quando un bambino ricoverato nel reparto di pediatria presso l’ospedale Paolo Borsellino di Marsala, durante un pasto servito dal personale sanitario addetto, ha un insetto nel cibo. La madre del piccolo paziente si è accorta dell’insetto presente nelle verdure bollite del figlio ed ha immediatamente riferito e fatto presente l’accaduto al personale sanitario.

Dinamiche dell’accaduto

La madre del piccolo ha fatto una foto con il suo telefono e ha avvertito la stampa locale inviando le prove. Non è però stata fatta denuncia dai  genitori nei confronti dell’ospedale. L’insetto trovato nel piatto sembrerebbe essere stato una blatta o un grillo talpa. Ciò che preoccupa è che non si tratta del primo caso. Giorni fa anche un altro pasto, fornito dall’azienda che se ne occupa, conteneva un insetto simile. In questo caso coloro che hanno scoperto hanno postato le foto di prova sul social network Facebook. In un primo momento quelle foto sembravano essere delle fake news, notizie false che spesso circolano sul web ed in particolare sui social network. Successivamente dopo quanto accaduto anche al bambino e accertamenti risulta evidente che si trattava di un notizia reale.

Controlli e indagini: avvio delle ispezioni

In seguito l’Asp di Trapani ha dichiarato in merito che a decisione del commissario dell’azienda di sanità provinciale Giovanni Bavetta, sono stati inviati medici del servizio igiene per controllare e confrontarsi con il direttore dell’ospedale di Marsala, Francesco Milazzo. Quest’ultimo ha già avviato le procedure e le indagini all’interno dell’azienda ospedaliera. Sono stati contattati tutti coloro che possono aver avuto a che fare con la vicenda, per sino il titolare dell’impresa che fornisce i pasti all’ospedale Paolo Borsellino, ispezionata anche dall’azienda sanitaria provinciale.