Continua a tenere banco la misteriosa morte di Alessandro Fiori, l’italiano di 33 anni ritrovato cadavere ad Istanbul mercoledì 28 marzo. A quanto pare, però, ci sarebbe una sorpresa che va contro l’iniziale ipotesi di omicidio che era stata formulata: Alessandro Fiori potrebbe essere morto per cause naturali.

Infarto: una possibile verità?

Alessandro Fiori sarebbe stato colpito da un infarto che lo avrebbe fatto cadere in mare. Dopo la caduta avrebbe impattato sugli scogli, procurandosi una grave frattura del cranio. Questa è una delle ipotesi che in queste ore si stanno formulando in Turchia; a parlarne sono i media locali. Si pensa all’infarto perché, poche ore prima di scomparire, Alessandro Fiori aveva avuto un malore mentre passeggiava nel centro della città turca. Era stato ricoverato e successivamente dimesso. Come avrebbe perso, dunque, il portafogli che non è mai stato trovato? Qualcuno potrebbe aver visto il suo cadavere ed averlo derubato. Rimane, tuttavia, ancora valida una misteriosa pista che porterebbe ad una donna americana. Il corpo di Alessandro Fiori, una volta rientrato in Italia, è stato sottoposto ad una seconda autopsia. A Soncino (Comune natale di Fiori), domani (alle ore 15:30), verranno officiate le esequie.

La scomparsa ed il ritrovamento di Alessandro Fiori

Il cremonese Alessandro Fiori, manager di successo ormai stabilitosi a Milano, era scomparso da Istanbul (città in cui si trovava per una breve vacanza) lo scorso 12 marzo 2018. Il corpo del giovane uomo è stato ritrovato in mare, nella zona di Sarayburnu, ed è stato riconosciuto dal padre di Fiori, il quale ha raggiunto la Turchia per aiutare nelle operazioni di ricerca. Sospettando un omicidio, a Roma è stato aperto un fascicolo d’indagine in proposito, nell’attesa di conoscere dettagli sull’inchiesta da parte delle autorità turche. Queste ultime avevano tenuto in considerazione, sin dall’inizio, l’ipotesi del suicidio che- a chi ha conosciuto in vita Alessandro- sembra più che improbabile possa essere veritiera. L’uomo era stato ritrovato con il cranio distrutto: stando alle ultime novità emerse potrebbe trattarsi da ferite sopraggiunte dopo la morte. Questo, però, non ha fermato le indagini portate avanti da Roma che, anzi, continueranno. Della scomparsa di Alessandro Fiori avevamo già dato conto ed è possibile trovare a questo link tutti i ragguagli su quanto accaduto.