Questa mattina del 17 febbraio 2018, un giovane italiano ha destato scalpore, preoccupazione e tensione nei cittadini che si trovavano in Piazza del Popolo, a Marsala. I carabinieri di Marsala aveva fatto un posto di blocco proprio nella piazza, uno dei tanti fatti oggi per garantire la sicurezza a lungo raggio, e un uomo precedentemente fermato per i controlli, ha aggredito un agente ferendolo alla testa. All’uomo erano stati richieste i documenti necessari alla circolazione, ma essendone sprovvisto gli agenti della pattuglia dei carabinieri hanno deciso di procedere con il sequestro del suo motorino. L’uomo, in preda alla rabbia e confusione, ha allora reagito tirando un forte calcio al carabiniere. I colleghi hanno subito chiamato i rinforzi ed una ambulanza. L’uomo dopo aver attaccato il carabiniere si è sentito molto male ed è crollato a terra in preda alle convulsioni per una crisi epilettica. I due sono stati portati all’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala. I vigili urbani non hanno tardato ad intervenire e hanno chiuso la strada per sistemare l’accaduto, successivamente sono arrivate altre pattuglie, circa 6 dei carabinieri. Una mattinata di tensione e traffico, dato che la mobilità è stata rallentata proprio per l’accaduto. False notizie sono girate durante la mattinata, riferendo che l’uomo che aveva attaccato l’agente era un’immigrato. In realtà si trattava di uomo italiano che lavora abusivamente come parcheggiatore.